Come pulire un materasso

Hai mai pensato che bisogna pulire il materasso? Non avere paura! Con i nostri consigli tornerai a dormire sonni tranquilli.

Aggiornato

pulire il materasso

Per dormire veramente bene nel nostro letto, il materasso va pulito regolarmente. In questo articolo scoprirai i consigli migliori su come togliere le macchie dal materasso e pulirlo.

Trascorriamo circa un terzo della nostra vita a letto, quindi pulire il materasso e trattarlo con cura è molto importante! I materassi possono essere ricoperti di capelli, polvere, macchie, muffa e acari. Il vostro materasso va trattato in modo che duri a lungo, che non si deteriori e che non diventi nocivo per la vostra salute. Per fare ciò bisogna sapere come si effettua una pulizia del materasso accurata. Controlla bene l’etichetta del materasso prima di usare qualsiasi prodotto e segui attentamente tutte le istruzioni riportate.

Se però non sai bene da che parte cominciare quando si tratta di pulire il materasso e lavare le lenzuola, questo video ti potrà aiutare:

Una volta ogni sei mesi, ti consigliamo di arieggiare il tuo materasso al sole. Portalo fuori e lascialo all’aria aperta e in luce diretta per circa sei ore. Potrebbe essere difficile trasportarlo fuori, ma ne vale la pena.

Come pulire il materasso a seconda del tipo

Premesso che il materasso dovrebbe essere sostituto, secondo gli esperti, dopo circa sette/otto anni dall’acquisto, in primis è una buona abitudine quella di usare un coprimaterasso per mantenerlo in buon ordine. Lavate regolarmente il coprimaterasso seguendo le istruzioni di lavaggio.

Ci sono vari tipi di materassi disponibili sul mercato tra cui scegliere, e la scelta sarà determinata da diverse variabili come lo stile di vita, le preferenze personali ed eventuali problemi di salute. Per ognuna di queste tipologie vi consigliamo di seguire i nostri consigli per la pulizia del materasso. Le tipologie più comuni disponibili sul mercato attualmente sono:

  • Il classico materasso a molle
  • Il materasso memory
  • Il materasso in lattice

Come pulire un materasso: la guida pratica

Innanzitutto, passa l’aspirapolvere sul materasso regolarmente. Questo contribuirà a tenerlo pulito evitando l’accumulo di polvere, pelle morta e capelli. Prima di procedere, pulisci e disinfetta bene la testina dell’aspirapolvere per evitare che lo sporco del pavimento si trasferisca direttamente sul letto.

  • Come pulire un materasso a molle in lana? Il metodo migliore per pulire il materasso a molle in lana è quello di usare un metodo naturale, come il classico bicarbonato di sodio unito a dell’acqua tiepida, passandolo su tutte le superfici del materasso, anche quelle laterali, con l’aiuto di una spazzola. Prima di effettuare questa operazione però passa l’aspirapolvere o ancor meglio igienizza il materasso con un pulitore a vapore che faciliterà l’eliminazione di macchie di varia natura e di acari. Una volta pulito col bicarbonato, passa l’aspirapolvere per eliminare eventuali rimasugli di polvere e lascia asciugare per alcune ore all’aria.
  • Come pulire un materasso memory? Per eliminare le macchie dal materasso memory, ti consigliamo di usare un panno imbevuto di poca acqua e un detergente delicato da strofinare sulle macchie. Anche per questo tipo di materasso il metodo più gettonato per rimuovere muffa e gli aloni è quello di cospargerlo con del bicarbonato e acqua tiepida e spazzolarlo bene. Una volta fatta questa operazione si rimuoveranno i residui con l’aspirapolvere e si lascerà asciugare all’aria aperta per qualche ora.
  • Come pulire un materasso in lattice? I materassi in lattice sono quelli più costosi in commercio e quelli a più lunga durata. Se tenuto bene un materasso in lattice può durare anche fino a dieci anni e assicurarti sogni d’oro grazie alla sua comodità! Anche qui i metodi tradizionali come acqua e bicarbonato o un panno imbevuto di acqua e limone sono ideali per rispettare la delicata struttura del lattice e assicurargli una vita lunghissima.

Come pulire i materassi – 4 consigli utili

  • Coprilo: un proteggi-materasso è il miglior investimento che tu possa fare per mantenere il materasso pulito. Non solo protegge dalle macchie, che possono essere facilmente eliminate in lavatrice, ma è disponibile in molte varietà, fra cui ipoallergenici e impermeabili.
  • Giralo: capovolgi il materasso a ogni cambio di stagione in modo che si consumi in modo uguale su tutti e due i lati. Questo aiuta il materasso a rimanere comodo più a lungo, ma assicurati di girarlo con l’aiuto di qualcuno poiché i materassi possono essere molto pesanti!
  • Esponilo all’aria: dopo averlo lavato, accelera i tempi di asciugatura aiutandoti con dei ventilatori. Evita di coprirlo con le lenzuola e di dormirci sopra fino a quando non sarà completamente asciutto. Questo eviterà la crescita di muffa sul materasso, e chi vuole dormire sulla muffa?
  • Deodoralo: con tutto il sudore, sporco e polvere che i materassi accumulano, possono assumere un cattivo odore. A nessuno piace pulirli, ma è necessario farlo immediatamente prima che il materasso li assorba.

Veniamo alle macchie. Come togliere le macchie dal materasso? Per eseguire la pulizia del materasso in modo efficace, tampona le macchie ancora umide con un panno freddo e bagnato. Usa solo acqua fredda in quanto il calore favorisce il fissaggio della macchia e cerca di tamponare in modo da evitare che si allarghi. Puoi anche applicare sulla macchia una piccola quantità di detergente per vestiti e tamponare gentilmente con un panno pulito e inumidito. Ricordati di non bagnare troppo il materasso o ci metterà una vita ad asciugarsi!

Per la buona manutenzione del materasso cosa bisogna evitare?

Evita di usare troppa acqua in quanto questo potrebbe portare a un ristagno di umidità in profondità e quindi causare muffe e la proliferazione di acari e batteri.

Se hai dei bambini, per quanto difficile debba essere per loro resistere alla tentazione del “salto sul materasso”, cerca di evitarlo! Il materasso si potrebbe rompere, soprattutto quello tradizionale a molle.

Inoltre, per quanto amiamo i nostri amici a quattro zampe, sarebbe preferibile evitare di farli dormire sul nostro letto perché ciò può portare all’accumulo di peli, polvere ed eventuali insetti, come ad esempio le pulci, che potrebbero passare dal pelo dell’animale al nostro materasso. Senza poi menzionare il fatto che i gatti in particolare potrebbero essere tentati di “farsi le unghia” sui lati del vostro materasso e quindi rovinarlo irrimediabilmente!

Originariamente pubblicato