Come far durare più a lungo l’abbigliamento dei bambini

Dalla scelta dei capi alla loro cura, fino al riutilizzo

Aggiornato

vestiti del bambino

Il tempo vola, mentre noi siamo sballottati da una parte all’altra cercando di gestire tutte le incombenze della vita quotidiana. La tecnologia ci dà una mano, ma a volte ci rende la vita più complicata del necessario, soprattutto se non la sappiamo usare bene. Capita così che un sabato pomeriggio, mentre siamo fuori con i nostri piccoli, ci rendiamo conto che i pantaloni che indossano sono troppo corti, o che la maglietta che ricordiamo di avere appena comprato è già da buttare, ricoperta di piccole macchie che non siamo stati in grado di trattare per tempo. Sicuramente non possiamo vincere la corsa contro il Tempo, però possiamo fare qualcosa perché l’abbigliamento dei bambini duri più di qualche settimana. Proviamo a spiegarvi come.

Cercate di ridurre i lavaggi al minimo; soprattutto nel caso dei bimbi più piccoli, ci sono alcune macchie che possono essere rimosse direttamente mettendo i capi al sole, prima di lavarli (quello che i pannoloni non riescono a trattenere, per intenderci).

Scegliete capi di qualità

Ricordate il proverbio “chi più spende, meno spende”? Certo, non è il caso di esagerare, però quando comprate un capo per i vostri figli, a meno che non stiate comprando qualcosa “da battaglia”, quasi usa e getta, ricordate che anche per i nostri piccoli la qualità dei capi che compriamo può fare la differenza tra un capo che dura e uno che dovremo buttare dopo un paio di lavaggi. Se poi programmate i vostri acquisti, potete approfittare dei periodi di saldi, che per i bambini sono solitamente molto interessanti, e risparmiare quindi qualcosa senza rinunciare alla qualità.

Come pulire i capi dei bambini

A proposito di lavaggi, se avete figli sapete benissimo che ogni sera dovrete prendere tutto quello hanno indossato e metterlo a lavare. Prima di farlo però vi consigliamo di osservare bene, per trovare eventuali macchie da rimuovere o trattare con smacchiatori prima di lavarli. Questo vi permetterà di scegliere lavaggi meno aggressivi, a più basse temperature, che allungheranno la vita dei capi dei vostri bambini. Idealmente vi suggeriamo di lavare a mano ogni volta che sia possibile, o in alternativa di lavare a basse temperature, diciamo 30 gradi. Importantissimo è quindi anche scegliere detersivi di qualità, che agiscano già alle temperature dei cicli delicati.

Come riporre i capi dei bambini per allungarne la durata

Quando si parla di questi temi, non c’è niente di peggio che andare ad aprire un armadio per prendere una maglietta che pensavamo di aver riposto con cura e scoprire che è ingiallita, o peggio. Sì perché per qualche motivo i capi che passano troppo tempo in buste di plastica, anche se ben lavati e soprattutto se chiari, tendono a ingiallire. La soluzione è molto semplice: dovrete solo riporre i capi direttamente negli armadi, senza utilizzare contenitori di plastica. Se questo fosse necessario, perché magari state facendo un cambio di stagione o avete figli più piccoli a cui passare alcuni capi, cercate di riporli in sacchetti sotto vuoto. In ogni caso è fondamentale che i capi siano puliti, facendo particolare attenzione al risciacquo, nel caso in cui decidiate di lavare a mano.

Riutilizzate, trasformate, regalate

Solo perché nostro figlio non entra più in una maglietta o in un giubbino, non significa che lo dobbiamo buttare via. In alcuni casi, se siete abili con ago e filo o con una macchina per cucire, potrete trasformare una camicia o un giubbino troppo corti in qualcosa che può ancora servire per finire una stagione, oppure potete pensare semplicemente di regalare capi che non utilizzate più, piuttosto che venderli. Oggi le possibilità per farlo certo non mancano, basta scaricarsi un’app sullo smartphone e pubblicare un annuncio.

Originariamente pubblicato