Come lavare i tuoi capi delicati. Istruzioni per neo patentati.

Leggete qui dei consigli utili per fare durare i nostri indumenti più a lungo. Specialmente i capi più delicati!

Aggiornato

vestito a fiori appeso al gancio

Sei anche tu una di quelle persone che appena compra un nuovo vestito pensa subito a liberarsi dell’etichetta e la butta subito via pensando al fastidio che potrebbe causare? Quante volte abbiamo commesso lo stesso errore e poi al primo lavaggio ahimè abbiamo imparato la lezione.

Leggere attentamente le istruzioni e i simboli sulle etichette dei vestiti è importante per fare durare i nostri indumenti più a lungo e non doverli buttare via dopo la prima lavatrice. Specialmente i capi più delicati!

Devo ammettere che leggere le icone sulle etichette di istruzioni non è mai stato il mio forte, e volevo aiutare quelle che come me, ogni tanto ancora si confondono.

Lezione numero uno, controlla sempre l’etichetta per evitare di commettere facili errori.

Ecco qui alcune indicazioni e segnali di base:

  • La bacinella indica il lavaggio con acqua
  • Il cerchio indica il lavaggio a secco
  • Il triangolo indica il candeggio
  • Il quadrato indica l’asciugatura
  • Il ferro da stiro indica la stiratura

Sopravvissute alla prima lezione di base? Ora passiamo ad un livello più avanzato, vedrete che non è poi così difficile. Queste secondo me sono le indicazioni fondamentali, un po’ come quando si prende la patente. Lo stop, la precedenza, il senso unico e il divieto di sosta non si possono mai scordare. Pronte per la partenza?

Per il lavaggio:

Scegli con accortezza il detersivo da usare perché il giusto detergente può rivelarsi la mossa vincente per aiutarti nella cura dei panni. Cerca di utilizzare detersivi liquidi: con quelli in polvere rischiate, in caso di incompleta dissoluzione del detersivo, che compaiano residui e striature di polvere.
Non lavare in acqua.

Non lavare in acqua.

Lavaggio a mano e in lavatrice.

Lavaggio a mano e in lavatrice.

NA

Lavaggio a velocità ridotta, con programmi delicati.

NA

Lavaggio a mano.

NA

Lavaggio in lavatrice, il numero indica la temperatura massima dell’acqua.

NA

Lavaggio a secco non consentito.

NA

Lavaggio a secco.

Per il candeggio:

NA

Non candeggiare.

Per l’asciugatura:

NA

Può andare in asciugatrice.

NA

Non mettere in asciugatrice.

Per la stiratura:

NA

Il capo può essere stirato.

NA

Il capo può essere stirato a bassa temperatura e senza vapore. Più i pallini aumentano più puoi aumentare la temperatura.

Per capi delicati come la lana, il cashmere e la seta è sempre consigliabile lavare a mano e ad acqua fredda.

Prendete una bacinella e riempitela d’acqua. Versateci dentro del sapone delicato per la lana (o per la seta) senza eccedere. Immergete i capi da lavare nella bacinella e lasciate in ammollo, strofinando delicatamente sulle macchie senza strizzare troppo. Muovete il capo dentro l’acqua con gesti delicati per qualche minuto, risciacquate delicatamente e stendete con cura. Non lasciate mai in ammollo per troppo tempo perché rischiate che il capo perda il suo colore. È importante non strizzare mai troppo forte capi delicati come lana e seta. Se volete potete addirittura metterli in un asciugamano e tamponare per evitare di rovinarli. Stendete sempre orizzontalmente in modo tale che non perdano la loro forma.

Per le camicie

Le camicie non mancano mai negli armadi degli italiani ma non sempre è facile prendersene cura. Se sono presenti macchie sulla vostra camicia, la prima cosa da fare è pretrattare a mano il tessuto con sapone di Marsiglia (o con specifici prodotti cosiddetti sciogli-macchia), evitando di strofinare in modo troppo energico. In un secondo momento, passate all'operazione di lavaggio a mano o in lavatrice secondo quanto riportato sull'etichetta.Evitate la candeggina, perché deteriora il tessuto, soprattutto quello più delicato.

Per i capi dai colori brillanti

Se avete capi delicati e colorati nel vostro guardaroba potete pensare all’utilizzo di detersivi specifici che evitano che i colori sbiadiscano o che ci sia passaggio di colori tra un indumento e l’altro. Per il nero per esempio potete provare ad utilizzare prodotti contenenti ingredienti che mantengono l’aspetto brillante del nero originale.

Originariamente pubblicato