Skip to content
chiavi della macchina
Esterni

Come pulire i sedili in pelle della tua auto.

Elisabetta si mette al volante e ci dà le indicazioni necessarie per arrivare ad avere sedili perfetti.

Sì lo so che ci sono un sacco di buoni motivi per scegliere un’auto con i sedili in pelle, ma ammetto che per me la scelta è stata più sensoriale, se così posso dire, che razionale. Il piacere del profumo della pelle, quella sensazione di entrare sempre in un’auto nuova, per me valgono ancora più degli altri innegabili vantaggi. Devo però ammettere che la maggior facilità con cui si possono pulire gli interni in pelle, è una qualità da non trascurare.

Prima di tutto: aspirare

Anche se non esco quasi mai dalla città, e anche se tengo la mia auto in garage, è innegabile che con il tempo si accumula polvere di ogni genere. La prima cosa che faccio quindi, per evitare risultati indesiderati è assicurarmi che i miei interni siano il più possibile liberi da polvere e sabbia. Per fare ciò, io passo un panno umido sul cruscotto e le superfici “dure” (gli interni delle portiere, per intenderci), e subito dopo passo con attenzione l’aspirapolvere. Se ho tempo, o se la mia auto è particolarmente sporca, tolgo tutti i tappetini da sotto i sedili, li sbatto e li aspiro per bene. Faccio un po’ più di fatica, ma i risultati si vedono.

Ricordati degli amici

La pelle dei sedili dell’auto non è delicata e difficile da trattare come quella di un divano, per esempio, quindi, a meno di macchie che richiedano un intervento professionale, io utilizzo tranquillamente i prodotti che ho in casa, come per esempio uno spray igienizzante universale. Io uso il CIF, anche perché mi ricorda la mia infanzia visto che anche mia mamma utilizzava sempre il CIF praticamente per tutto. Quindi: una volta che ho tolto tutta la polvere spruzzo un po’ di detergente su tutti i sedili e passo uno panno morbido (in microfibra va benissimo), facendo particolare attenzione alle fessure e alle cuciture, dove si accumula sempre lo sporco. Prima di applicare un prodotto nuovo, è sempre meglio fare una prova su una piccola porzione di pelle: applicare il prodotto e attendere per verificare che non lasci segni o danneggi la pelle.

Non tutti i sedili sono uguali

Come dicevo, la pelle utilizzata per i sedili non è così delicata come per esempio la pelle di un divano, però è altrettanto vero che solitamente prestiamo molta più attenzione al divano che ai sedili. Inoltre bisogna anche dire che ci sono casi, come per esempio le berlinette di qualche anno fa, che hanno una pelle molto morbida e abbastanza delicata. È bene quindi fare particolare attenzione perché questi pellami, oltre ad essere più porosi e ad assorbire più liquidi, spesso presentano anche piccole fessure dovute all’usura. È molto importante che non entri mai acqua nei sedili, quindi in questi casi bisogna utilizzare la minima quantità possibile di acqua o liquidi, perché altrimenti rischieremmo di facilitare il proliferare di muffe, con le sgradevoli conseguenze che possiamo immaginare.

A volte basta un attimo

Ammetto di essere una persona molto attenta alle mie cose, mi piace trattarle bene, e non faccio eccezione neanche quando sono in macchina. Però mi piace anche rilassarmi e godermi il tempo libero con la mia famiglia, senza esagerare con le regole. Quindi negli ultimi anni, grazie ai piccoli di casa, ho dovuto anche imparare a pulire macchie di ogni genere dai sedili, a cominciare dal cibo, fino ad arrivare a macchie più impegnative. Quello che ho imparato è che devo essere sempre pronta alle emergenze, quindi tengo nel baule tutto il necessario per rimuovere immediatamente macchie che altrimenti verrebbero assorbite dalla pelle, fino a diventare indelebili. Se hai figli piccoli, sai di cosa parlo.

Cleanipedia consiglia

Se i tuoi sedili hanno delle fessure, invece di spruzzare il prodotto per la pulizia direttamente sulla pelle, spruzzalo prima su un panno, da passare poi sui sedili. Io normalmente uso lo stesso spray CIF sgrassatore universale che utilizzo in casa.