È possibile pulire una bici usando prodotti naturali?

Scopri come fare se vuoi pedalare con serenità rispettando l’ambiente

Aggiornato

bicicletta rosa in giardino, secchio e panno per la pulizia

D’estate, quasi tutti gli amanti dello sport all’aria aperta si trovano almeno una volta a dover pulire la bici. Che si tratti di una catena arrugginita da pulire o di un telaio incrostato dal fango, dare una lustrata alla due ruote è sia una questione estetica che di sicurezza e manutenzione. Non vorrai mica che la tua fedelissima ti tradisca sul più bello di un passo di montagna o sul bordo di una strada trafficata?

Chi usa mountain bike o la bici da corsa per fare sport lo fa spesso - anche - perchè ama la natura e/o vuole inquinare il meno possibile usando i muscoli delle gambe come unico carburante. E se ti dicessimo che molti dei prodotti che usi per lavare la bicicletta sono inquinanti e dannosi per l’ambiente? Ad esempio, se lavi la tua bici in giardino i residui dei detergenti, oli e altri prodotti che usi finiscono nel terreno e nella falde acquifere. Perché allora non essere un ciclista eco-friendly a partire dal lavaggio della tua due ruote? Pulire una bici con prodotti naturali che hai già in casa è più facile di quanto pensi. Ti diciamo noi cosa usare per pulire la catena e altri parti della bici.

Per prevenire la ruggine, cerca di tenere la tua bici al chiuso. Se non hai lo spazio, in alternativa puoi avvolgerla in telo di plastica e lasciare un pacchetto di bicarbonato aperto all’interno, che assorbirà l’umidità.

Pulisci manubrio e telaio della bici con l’aceto

Non ti ricordi più di che colore è il telaio della bici? Non ti preoccupare, non è daltonismo ma solo sporcizia. Per rimediare in modo naturale, crea una soluzione detergente versando mezzo bicchiere di aceto - preferibilmente bianco, per ogni litro d’acqua. Usando un panno inumidito, passa quindi la soluzione sulle parti in metallo della bici e vedrai che il mezzo ritornerà del suo colore originario. Usare l’aceto aiuta anche a prevenire la formazione di aloni

Lava il sellino della bici con il sapone di Marsiglia

Se hai un sellino in ecopelle - ce lo auguriamo -, potrai pulirlo con una semplice spugna imbevuta d’acqua. Se ci sono delle macchie particolarmente ostiche da mandar via - d’altra parte anche là sotto si suda parecchio - ti basterà sciogliere del profumato sapone di Marsiglia in acqua calda e ripassare la spugna. Facile, veloce e piacevole.

Pulisci gli ingranaggi della bici con spazzolino e acqua calda

Gli ingranaggi della bici quali catena, leve e freni, sono decisamente più delicati e richiedono più attenzione. Che tu abbia una bici da corsa o una city bike, il procedimento non cambia. Per pulire la catena dovrai posizionare la bici a testa in giù, poggiata sul sellino. Tieni poi un panno fermo sulla catena mentre giri i pedali per farla scorrere: in questo modo rimuoverai il grosso dello sporco e del fango. Se sono ancora presenti detriti che possono ostacolare la normale pedalata, passa nelle maglie della catena uno spazzolino inumidito in acqua calda. Esegui queste operazioni molto delicatamente, a meno che tu non abbia intenzione di riciclare la catena della tua bici come collana, dopo che l’avrai spezzata.

Dai l’addio alla ruggine sulla bici con il succo di limone

Forse nel leggere questa frase avrai storto la bocca, un po’ come se il limone l’avessi assaggiato. Invece è tutto vero: il succo di limone funziona contro la ruggine, a meno che la situazione non sia troppo grave. Puoi strofinare direttamente mezzo limone sulle parti arrugginite oppure versarvi sopra del succo di limone e aspettare che agisca per un’ora. Infine, risciacqua il tutto con l’acqua.

Questi suggerimenti sono molto validi per pulire una bici in caso di media sporcizia. Se la situazione è più difficile, potrebbero non bastare: in questo caso dovrai passare a metodi più avanzati oppure integrare gli uni e gli altri. Ricorda che usare metodi naturali per pulire la bici fa bene sia a te che all’ambiente. Meno prodotti chimici usiamo e meglio stiamo. Tuttavia, metti sempre al primo posto la sicurezza e fai spesso pit-stop dal ciclista per controllare lo stato di catena, cambio e soprattutto freni.

Originariamente pubblicato