Niente più parabrezza ghiacciato!

Poche accortezze per partire sicuri dopo una ghiacciata notturna

Aggiornato

togliendo il ghiaccio dal vetro della macchina

Non sono pochi i motivi per cui l’inverno non è la stagione più amata. Eppure guardare la neve che scende è un piacere – riscaldamento globale permettendo -; starsene in casa al calduccio davanti al camino e con un buon tè caldo tra le mani è un momento tutto da godere. Fino a quando non è tempo di andare al lavoro. O di accompagnare i figli a scuola. O di fare una commissione urgente. E quando salite in macchina e al posto del parabrezza c’è solo una grande distesa bianca. Fantastico. Le prime notti sotto lo zero hanno portato il ghiaccio. Per togliere il ghiaccio dal parabrezza ci sono vari metodi. Nessuno di essi, tuttavia, richiede un tempo pari a zero, esattamente come i minuti che avete a disposizione quando uscite di casa all’ultimo momento avendo sottovalutato questa scocciatura che si ripresenta ogni anno e che, eppure, ci coglie sempre impreparati. E così mentre voi grattate il vetro con foga, le lezioni del pargolo sono già cominciate, la riunione alla quale non dovevate mancare è già in corso e all’ufficio postale ci sono già schiere di persone in fila. La chiave di tutto, quindi, è: come prevenire il ghiaccio sul parabrezza? Proteggere l’auto dal ghiaccio richiede un po’ di prevenzione e preparazione: abbiamo in serbo qualche consiglio per voi.

Quando avete il parabrezza ghiacciato, ci sono tre cose che non dovete MAI fare: partire senza avere una perfetta visibilità, utilizzare il sale – può graffiare il vetro – e gettare acqua calda o bollente sul vetro, perchè lo sbalzo di temperatura lo può danneggiare.

Come prevenire il ghiaccio sul parabrezza trattando il vetro con acqua e aceto

Prima di tutto, occorre dare uno sguardo alle previsioni del tempo. Non sempre ci azzeccano, me se il meteo va sotto lo zero di oltre quattro o cinque gradi, ci sono buone probabilità che la mattina dopo il vostro parabrezza sia ghiacciato. Nel caso le previsioni sembrino ventilare questa possibilità, non iperventilate: preparate una soluzione fatta al 50% di aceto a al 50% di acqua, mettetela in uno spruzzino e vaporizzatela felicemente sui vetri cantano una canzoncina allegra. Spoiler: canterete una canzoncina allegra anche il mattino dopo.

Come proteggere l’auto dal ghiaccio mettendo un cartone sul vetro

Premessa: alcuni utilizzano un telo apposito con il quale coprono tutta l’auto, per evitare che essa ghiacci. Il problema di questo metodo è che se parcheggiate in strada, al mattino dovrete poi togliere il telo bagnato e metterlo in macchina, operazione un po’ scomoda. E poi dovrete pulire la macchina. Oppure dovrete perdere tempo prezioso tornando a casa a posare il telo. Inoltre, questi tipi di teli non sono economici e potrebbero anche venire rubati durante la notte. Un’alternativa per non far ghiacciare il parabrezza è utilizzare un cartone: dovrete procurarvene un pezzo grande a sufficienza da coprire tutto il vetro, magari ritagliandolo da un vecchio imballaggio; poi, lo fisserete al vetro fermandolo con i tergicristalli. Al mattino, potete gettare via il cartone o metterlo nel bagagliaio e riutilizzarlo: sarà molto più veloce rispetto a rimuovere un grosso telo.

Alternativa al cartone: proteggere il parabrezza con il linoleum.

Se gli unici cartoni che volete vedere sono quelli animati, una soluzione più “creativa” è quella di utilizzare del linoleum: si tratta di uno strato di plastica che viene usato per coprire e proteggere muri e pavimenti e di solito viene venduto arrotolando dentro un tubo. Questa soluzione è ancora più interessante perché, al mattino, vi permette di arrotolare la vostra “protezione” e di infilarla nella sua custodia a tubo. Così otterrete la massima praticità di utilizzo, il minimo ingombro in auto e nessuna perdita di acqua all’interno del mezzo.

Utilizzare un liquido deghiacciante

Abbiamo visto come prevenire il ghiaccio sul parabrezza, ma nel caso qualcosa vada storto vi consigliamo sempre di utilizzare un liquido scongelante da inserire insieme all’acqua per pulire i vetri. Sulle istruzioni del liquido troverete le indicazioni necessarie su come miscelare al meglio lo scongelante con l’acqua. In questo modo, se la situazione non è disperata, un po’ di liquido scongelante e qualche colpo di tergicristallo vi toglieranno in fretta dall’impiccio. Ma prima di azionare il tergicristallo aspettate che il ghiaccio si sia ammorbidito, altrimenti rovinerete le spazzole.

E per sbrinare il parabrezza?

Se ormai, ahinoi, il ghiaccio è fatto, vi consigliamo di utilizzare una soluzione di alcool e acqua (rapporto di 1 a 3), spruzzandola con un nebulizzatore sul vetro. Altrimenti, ci sono sempre i prodotti appositi che si comprano nei negozi specializzati. Male che vada, potete sempre utilizzare il classico raschietto, un bel modo per scaldarsi e cominciare la giornata facendo un po’ di movimento, anche se imprevisto.

Originariamente pubblicato