Come disinfettare casa quando c’è un bimbo malato

Se in casa avete un bimbo con l’influenza, pulire casa richiede particolare attenzione verso il piccolo malato e per ridurre i rischi di contagio

Aggiornato

bambino che dorme nel letto

Se avete figli, vi sarà sicuramente capitato di dovervi prendere cura di loro perché malati e al tempo stesso cercare di pulire e disinfettare la casa con cura extra, per evitare che la malattia si prolunghi più del necessario. Se poi avete più di un figlio allora sapete anche cosa significa cercare di evitare che l’influenza si trasmetta dall’uno all’altro e poi ancora al primo. Insomma, non serve essere maniaci o ipocondriaci per rendersi conto che convivere con l’influenza in famiglia richiede attenzioni particolari. Ovviamente in questo spazio non troverete consigli di carattere sanitario, per quello vi invitiamo a rivolgervi al vostro medico di famiglia, però da esperti in pulizie vogliamo condividere con voi qualche consiglio per quantomeno ridurre le conseguenze delle influenze stagionali.

Prima di pulire e disinfettare bene tutta casa, specialmente le zone e gli oggetti più a rischio, assicuratevi che le persone malate non vengano sottoposte a eccessivi sbalzi di temperatura.

Pulire casa quando c’è un bimbo malato

La prima cosa da fare è salvaguardare il più possibile la salute dei vostri piccoli malati, quindi sarà opportuno mantenerli in un ambiente a temperatura adatta e con il giusto ricircolo di aria. Se possibile assegnategli una stanza dove possa passare qualche giorno senza necessità di uscire, riducendo il rischio di contagio. Sarà anche più facile pulire il resto della casa, aprendo bene tutte le finestre per arieggiare, senza esporre i malati a sbalzi termici sicuramente non opportuni. Se dovete accompagnare il piccolo dal medico o a fare un trattamento, approfittate della temporanea assenza per arieggiare anche la stanza in cui lo state ospitando.

Disinfettare oggetti personali e utilizzare prodotti usa e getta

In caso di infezioni e virus, potrebbe essere opportuno utilizzare stoviglie usa e getta, anche se un lavaggio in lavastoviglie ad alta temperatura potrebbe essere sufficiente per eliminare gli ospiti indesiderati. Analogamente potrebbe essere opportuno, dopo ogni lavaggio, lasciare lo spazzolino da denti immerso un paio di minuti in acqua bollente (non sui fornelli, ovviamente), questo permetterà di sterilizzarlo. Per lo stesso motivo, vi consigliamo anche di sterilizzare le spugne che usate per i piatti, il metodo più veloce è quello di riempirle d’acqua e lasciarle nel forno a microonde per un paio di minuti alla massima potenza.

Pulire bene il letto

Se il vostro piccolo è malato, probabilmente passerà molto tempo a letto, ma se anche così non fosse, vi consigliamo di lavare e sterillizzare lenzuola e federe anche ogni giorno, soprattutto all’inizio della malattia. Per fare ciò senza rischiare di danneggiare la biancheria e senza far salire troppo la bolletta, è opportuno utilizzare detersivi che sappiano disinfettare già alle basse temperature come per esempio il detersivo Lyso Form Igienizzante per bucato. Vi consigliamo anche di pulire bene il letto, con un disinfettante e lasciandolo agire qualche minuto prima di sciacquare. Anche in questo caso la linea Lyso Form vi sarà di grande aiuto.

Disinfettare la lavatrice e le superfici più a rischio

Naturalmente se lavate in lavatrice, è opportuno disinfettarla. Per fare ciò potete leggere qui i nostri consigli per pulire a fondo la lavatrice. Scoprirete che vi bastano pochi ingredienti che sicuramente avete già in casa e la vostra lavatrice sarà disinfettata e sicura. Oltre alla lavatrice sarebbe anche opportuno disinfettare bene gli oggetti con cui il vostro piccolo malato viene in contatto con più frequenza. Potrebbe essere un gioco, un libro, il telefono, un tablet. Insomma, a seconda dell’età e delle abitudini saprete sicuramente individuare gli oggetti che richiedono maggiore attenzione. Per esempio, se state combattendo contro un virus intestinale, è necessario igienizzare il wc ad ogni utilizzo.

Originariamente pubblicato