Contenitori porta pranzo per bambini.

I metodi migliori per lavarli, sgrassarli ed eliminare gli odori.

Aggiornato

bicchieri di plastica blu e rossa in lavastoviglie

Sul mercato esistono una varietà infinita di lunch box per bambini: colorati, a fantasia, raffiguranti i supereroi o i beniamini dei cartoni animati. Molti sono dotati di borse termiche con maniglie, facili da trasportare e sicure per garantire la corretta conservazione delle vivande. Quando si tratta del cibo per bambini bisogna usare un occhio di riguardo in più, per esempio, è bene insegnare ai nostri figli a svuotare nel pattume i rimasugli del pranzo, e se i bambini sono particolarmente diligenti gli si può anche chiedere di passare il contenitore con della carta da cucina per eliminare i residui di unto e sughi. Lasciare i resti di cibo a stagnare nel contenitore per lunghe ore agevola la formazione di batteri. Ma vediamo come possiamo prenderci cura quotidianamente del lunch box per garantire pulizia ed igiene.

Se il contenitore per il pranzo è maleodorante non lavatelo con l'acqua calda. Il caldo dell'acqua infatti farà “aderire” il cattivo odore alla plastica, meglio utilizzare acqua a temperatura ambiente.

Come lavare il lunch box dei bambini in plastica

La maggior parte dei contenitori per cibo possono essere tranquillamente messi in lavastoviglie, in caso la vaschetta presenti delle macchie d'unto o di sugo è meglio lavarla a mano con detersivo per i piatti e una spugnetta leggermente abrasiva. Se il contenitore in plastica è particolarmente grasso, prima di lavarlo cospargetelo di farina e lasciate agire per 15 minuti, la farina assorbirà tutte le macchie di unto. In alternativa, preparate una soluzione composta da aceto tiepido a cui avete aggiunto tre cucchiai di sale e qualche goccia di detersivo per i piatti, chiudete il contenitore ermeticamente con il tappo e scuotete la miscela per farla arrivare bene negli angoli, poi risciacquate con acqua.

Metodi naturali per eliminare gli odori dai contenitori porta pranzo

Pesce, formaggi, condimenti o alcuni tipi di frutta, come il melone, possono lasciare sgradevoli odori nei contenitori. Ecco i nostri consigli su come eliminarli:

  1. Una volta lavato il contenitore in plastica mettete sia la vaschetta che il tappo per qualche ora nel congelatore. Le basse temperature uccideranno tutti i batteri eliminando i cattivi odori.
  2. Riempite il contenitore porta pranzo per bambini con della carta da giornale riciclata, aggiungete una soluzione composta da una parte di estratto di vaniglia e tre parti d'acqua, chiudete la vaschetta con il tappo ermetico e lasciate riposare per 48 ore.
  3. Il caffè ha il potere di assorbire cattivi odori e l'umidità. Riempite il lunch box con i fondi del caffè asciutti, chiudete il tappo e lasciate agire per 48 ore.

Come asciugare i contenitori porta alimenti

I contenitori porta pranzo rimangono chiusi quasi tutto il giorno creando al proprio interno un ambiente umido ideale per la formazione e la proliferazione di germi, batteri e muffe. Una volta che i contenitori sono stati lavati e puliti è bene farli asciugare all'aria aperta e riporli nelle credenze senza chiuderli. Approfittate delle belle giornate per farli asciugare ai raggi diretti del sole che hanno un potere antibatterico.

Come pulire la borsa porta pranzo

Nel tragitto da casa a scuola spesso i bambini scorrazzano, si rincorrono e saltellano sballottando cartelle e borse porta pranzo. Nonostante i lunch box siano sigillati ermeticamente, è possibile che nel corso della mattinata perdano liquidi oleosi e maleodoranti che vadano a depositarsi nelle borse porta pranzo. Alcune borse termiche possono essere messe in lavatrice altre sono più delicate ed è meglio lavarle a mano. Per togliere gli odori e le macchie di grasso, miscelate quattro cucchiai di bicarbonato a tre gocce di olio essenziale al limone ed aggiungete un po’ d'acqua, spruzzate la miscela sulla borsina e passate con un panno pulito.

Come prevenire la formazione di macchie e odori dal lunch box

  1. Tenete in casa una buona scorta di contenitori per il pranzo in plastica, in questo modo potrete ruotare i contenitori dando la possibilità di arieggiare quelli che non sono in uso.
  2. Per evitare che le vivande tingano il contenitore, inserite un foglio di alluminio che copra sia il fondo che i lati della vaschetta.
  3. Se il menù del giorno prevede la pasta al sugo, passate il lunch box con del burro prima di inserire la pietanza, in questo modo il sugo non macchierà il contenitore.
  4. Cambiate le scatole porta pranzo regolarmente, quando i contenitori sono vecchi, graffiati e macchiati è meglio comprarne di nuovi.
  5. Cercate di non usare i lunch box per riscaldare cibi nel microonde, dato che con il caldo del forno i cibi lasciano delle macchie.

Originariamente pubblicato