Come pulire le spugne e disinfettarle.

Semplici metodi per igienizzare le spugne in pochi minuti.

Aggiornato

spugna e irrigatore sul bancone della cucina

Vi piacerebbe sapere che qualcuno ha sparso sul vostro piatto, quello su cui poi farete una bella scarpetta per raccogliere il sugo, una nutrita colonia di germi? No, vero? E se qualcuno vi dicesse che che siete stati proprio voi a farlo? Ma come? Beh, sì, pensateci un attimo: se non vi prendete cura, ovvero lavate e disinfettate, la spugna che usate per lavare o sciacquare i piatti, questo è proprio quello che succede. Per fortuna è abbastanza semplice lavare una spugna per i piatti, anche con metodi naturali. Vi spieghiamo come.

Non importa quanto diligenti siamo nel pulire le spugne: le spugne della cucina non dureranno per sempre. Meglio pulirle settimanalmente e sostituirle ogni 2 o 3 settimane, a seconda degli usi.

Come pulire le spugne usando la candeggina

Visto che stiamo parlando di spugne per i piatti, non dovrebbe essere necessario ricorrere a misure estreme come l’utilizzo di candeggina, vero è però che questi consigli valgono per tutte le spugne di casa. Ecco quindi che può essere opportuno affidarsi alle maniere forti: immergete per qualche minuto la spugna in una soluzione di acqua e candeggina, il che eliminerà praticamente tutti i germi. La raccomandazione è sempre di usare guanti di gomma per evitare di farsi male e di sciacquare e strizzare molto bene la spugna dopo il trattamento. Se non amate l’idea di usare candeggina, potete realizzare in casa una candeggina naturale, senza cloro. Per fare ciò, sciogliete una tazza di succo di limone in acqua bollente e lasciate raffreddare. Con questo metodo avrete eliminato i germi e potrete stare tranquilli la prossima volta che lavate i bicchieri.

Qualcuno ha detto aceto?

Ebbene sì, come potete immaginare, anche l’aceto è ottimo per eliminare gran parte dei germi presenti nella spugna che usate per lavare i piatti. In questo caso, analogamente a quanto suggerito nel paragrafo precedente, dovrete solo lasciare la spugna in ammollo per qualche minuto in una soluzione di acqua e aceto. Se l’odore non vi disturba, questo è il metodo più facile per avere una spugna pulita e disinfettata.

Metodi per pulire le spugne usando gli elettrodomestici della cucina

Si sa che i germi non resistono alle alte temperature, quindi per eliminarli senza neanche combattere vi basterà inzuppare per bene la spugna in acqua, quindi metterla nel microonde, non serve la potenza massima, per un solo minuto. Tutto qui, facile vero? Se non avete in cucina un forno a microonde, o se volete pulire le spugnette metalliche - che NON sono da mettere nel microonde - potete sfruttare la lavastoviglie. Anche in questo caso, meglio farlo quando avviate un ciclo caldo, per avere i migliori risultati possibili, meglio ancora se la vostra lavastoviglie dispone di un asciugatura ad alta temperatura.

Come mantenere le spugne più a lungo

La prima cosa da fare è quella di eliminare ogni e qualsiasi residuo di cibo o di sporcizia, quindi strizzare bene le spugne per rimuovere il più possibile l’acqua che intrappolano. Proprio nei residui più umidi infatti possono proliferare germi e batteri. È anche buona norma non lasciare il sapone nelle spugne, quindi fate attenzione a non metterne troppo, perché oltre che uno spreco è anche dannoso all’ambiente. Se per caso vi scappa la mano con il detersivo per i piatti, potete passare la spugna per pulire i fornelli o altre superfici delicate. Sciacquate quindi bene le spugne e strizzatele completamente.

Originariamente pubblicato