Soltanto pochi giorni fa era sapore di sale, sapore di mare e ora è già tempo di cospargere Gino Paoli e il materassino di talco e riporre entrambi nel cassetto a riposare fino al prossimo anno. Sveglia alle sette, traffico, ore lunghe e interminabili seduti ai banchi di scuola e, come se non bastasse, compiti per casa! Ci siamo passati tutti, se non da genitori, senz’altro da studenti, e non ci sogneremmo mai di sottovalutare lo stress da rientro a scuola dopo le vacanze estive.

Non per questo qui a Cleanipedia pensiamo che ci si debba lasciare prendere dallo sconforto: ecco allora una lista di faccende pratiche da sbrigare e consigli per il ritorno a scuola, che vi aiuteranno di certo a tenervi occupati e sdrammatizzare la crisi da rientro.

Per un rientro a scuola senza intoppi, allestite una “stazione scuola”

Dopo quasi tre mesi all’aria aperta e sempre in movimento, è importante per bambini e adolescenti, ritornare ad una routine più rigida e sedentaria con gradualità. Organizzare la casa per rendere la routine mattutina libera da intoppi, faciliterà le cose a grandi e piccini. Potreste per esempio allestire l’ingresso con tutto l’occorrente per uscire di casa la mattina, anche con l’aiuto dei vostri figli: assegnate a ciascuno un gancio personalizzato per lo zaino, e uno per la giacca, insieme ad una vaschetta o un cestino per gli oggetti utili o “la schiscetta” per il pranzo o per lo spuntino di metà mattina. Per i bambini più impegnati potreste aggiungere una tabella colorata con gli impegni per la settimana. Il tutto da preparare insieme prima di andare a dormire in modo da poter dedicare la mattina alla colazione in famiglia.

Controllate le condizioni dell’occorrente per il rientro a scuola

A volte contro non c'è rimedio migliore contro lo stress da rientro a scuola di una bella lista! Sempre con attenzione a non portare l’organizzazione all’estremo e a non farsi prendere dal perfezionismo, fate insieme ai vostri bimbi un inventario di cosa c'è e cosa manca, con uno sguardo a cosa si può tenere ma abbisogna di cure speciali o piccole riparazioni.

Vi aiutiamo con questa piccola lista dell'occorrente per la scuola:

  • Contenitori per il pranzo o per lo snack di metà mattina;
  • Astuccio;
  • Zaino;
  • Penne e cancellino (se accettato dalle maestre);
  • Matita (o portamina), gomma e temperamatite;
  • Matite colorate e/o pennarelli;
  • Evidenziatori;
  • Quaderni. Contate le materie e quale formato occorre per ciascuna (quadretti 0.5 mm o 0.4 mm, righe semplici o per piú piccini, eventuali quaderni di musica, con pagine bianche, quaderni grandi A5 o A4);
  • Strumenti tecnici come calcolatrice (se accettata), compasso, righelli e squadre ed eventuale cartellina per contenerla;
  • Album da disegno o fogli per il disegno tecnico;

La lista varia naturalmente a seconda dell’anno scolastico e della scuola. Ricordatevi anche che molti insegnanti daranno informazioni su nuovi materiali da comprare nei primi giorni di scuola. Ritagliatevi del tempo per alcuni acquisti aggiuntivi nel primo weekend dopo il rientro. Anche i libri di testo a volte è preferibile acquistarli dopo il primo giorno di scuola. Molti insegnanti hanno richieste diverse da ciò che viene indicato dalla direzione, e sappiamo bene quali sono gli inconvenienti di avere edizioni diverse di uno stesso libro di testo!

Fate un inventario dell’abbigliamento necessario per il ritorno a scuola

Se la scuola frequentata dai vostri bambini prevede un grembiule, meglio controllare per tempo che il grembiule dell’anno scorso contenga ancora i vostri piccoli - ma in costante espansione - uomini e donne e che sia in condizioni atte all’uso. Anche se è difficile che delle macchie rimaste a riposare per tutte le vacanze vengano via ora, provate con qualche rimedio speciale, di quelli consigliati dai nostri esperti senza macchia e senza paura. Se ci sono dei rattoppi da fare ma il grembiule è ancora in buone condizioni, perchè non correre ai ripari con qualche toppa o ricamo colorati?

Se la scuola non prevede grembiule, ogni genitore sa che ci sarà soltanto più da lavare e da rattoppare! Fate un veloce inventario del guardaroba autunnale per vedere che non vi manchino dei pezzi fondamentali, come la tuta per la ginnastica, pantaloni e magliette a maniche lunghe comode e vestiti per la pioggia.

Insomma, alla fine la cosa più importante è sempre sdrammatizzare e accompagnare i nostri bambini con positività verso un nuovo anno di scuola, per alcuni addirittura il primo! Come affrontare quindi il rientro a scuola? Non lasciate spazio e tristezza e depressione post vacanze, e cercate di organizzarvi per tempo per non dover affrontare il trauma del rientro con anche lo stress di fare tutto in pochi giorni. Organizzarsi con calma e consapevolezza, vi permetterà anche di godere almeno in parte degli ultimi giorni di vacanza, rientrando piano piano nella routine che accompagna la crescita dei nostri figli.