Famiglia

Il lavaggio delle mani: come lavarsi le mani in modo efficace

Ti stai chiedendo quanto a lungo dovresti lavarti le mani e in che modo? Leggi la nostra guida ai vari tipi di lavaggio delle mani per scoprirlo.

Il lavaggio delle mani è un modo semplice per tenere pulita la propria casa e i propri familiari. Nel corso della giornata, i vostri familiari entrano normalmente a contatto con le superfici più disparate, pensiamo ad esempio a maniglie delle porte, piani di lavoro, animali domestici, cibo, bagno, utensili da cucina o anche la propria faccia. Se non si mantengono le mani pulite, si rischia dunque di incorrere in episodi di contaminazione incrociata all’origine di raffreddori, infezioni o altre malattie.

Per scoprire diversi tipi di lavaggio delle mani ancora più efficaci, date un’occhiata alle nostre indicazioni sulle aree importanti da insaponare e i metodi migliori per farlo. 

Il lavaggio delle mani

Forse avrete già una certa familiarità con l’argomento “lavaggio mani”. Bisogna applicare del sapone, strofinarsi le mani e risciacquare. Manca qualcosa?

Se volete dare alle vostre mani una bella lavata, dovrete fare un po’ di più che passarle semplicemente sotto il rubinetto per qualche secondo. Bisogna poi aggiungere che i più piccoli saranno portati a prestare un’attenzione minore all’igiene delle proprie mani e necessiteranno di un po’ di assistenza; ecco quindi che diventa importante ripassare la procedura di base da adottare per il lavaggio delle mani.

  1. La prima cosa da fare per un efficace lavaggio delle mani è bagnarle (con acqua calda o fredda) e applicare una quantità di sapone sufficiente (qualsiasi tipo va bene) a ricoprire tutta la superficie.
  2. Fate un po’ di schiuma! Strofinatevi le mani palmo a palmo vigorosamente, passando poi una mano sul dorso dell’altra facendo attenzione anche a lavare l’area tra un dito e l’altro. Ora l’altra mano.
  3. Intrecciate le dita, palmo a palmo, per pulire bene la base delle stesse.
  4. Chiudete la mano destra attorno al pollice sinistro e ruotate delicatamente avanti e indietro. Ora l’altra mano.
  5. Usando l’altra mano o aiutandovi con uno spazzolino, pulite anche sotto le unghie e attorno alle cuticole.
  6. Asciugate le mani con cura utilizzando un asciugamano pulito o un asciugatore elettrico (strofinarsele sui pantaloni “puliti” non conta!).

Un’ultima cosa: se per qualche ragione non potete lavarvi le mani, la stessa procedura può essere applicata anche all’utilizzo di un igienizzante per le mani.

lavare le mani

Quanto deve durare il lavaggio delle mani?

Il tempo da dedicare al lavaggio delle mani dipenderà da quanto sono sporche. Se si tratta di una semplice rinfrescata dopo aver usato il WC o aver lavato i piatti, allora basteranno solo una ventina di secondi.

Se però avete appena svolto attività all’aperto o tinteggiato una parete o vi accorgete che le vostre mani sono particolarmente sporche, allora sarà meglio ripetere la procedura di lavaggio mani appena descritta alcune volte e trascorre un po’ più di tempo sotto il rubinetto.

Quando lavarsi le mani

Poiché il lavaggio delle mani serve a prevenire la diffusione di germi, infezioni e altre minacce microscopiche, è logico (nonché necessario) farlo non appena si entra a contatto con questi ultimi.

Curare l’igiene delle proprie mani diventa importante anche subito prima o dopo avere svolto attività specifiche.

In altre parole, consigliamo di effettuare il lavaggio delle mani prima di:

  • cucinare o preparare il cibo (ancora meglio se ci si lava le mani anche durante questo processo)
  • mangiare (a casa o al ristorante)
  • disinfettare una ferita, un taglio, un’irritazione cutanea o un’escoriazione
  • recarsi in un ospedale o entrare in una stanza di ospedale

E dopo aver:

  • usato il WC
  • toccato carne cruda
  • tossito, starnutito, ecc.
  • accarezzato un animale
  • portato fuori l’immondizia o svolto attività di pulizia
  • cambiato un pannolino
  • lavorato in giardino
  • aiutato una persona infortunata
  • fatto visita a qualcuno in ospedale

Ora che conoscete tutti i segreti dell’igiene delle mani, insegnate i vari tipi di lavaggio delle mani ai vostri familiari, specie ai più piccoli.

Ancora meglio se riuscite a trasformare l’attività in un gioco, magari insegnando loro i movimenti cantando una delle loro canzoncine preferite; così facendo, il lavaggio delle mani non sarà percepito come un compito troppo noioso!

Cleanipedia consiglia


Il lavaggio delle mani col sapone dopo aver svolto attività manuali è fondamentale per salvaguardare il proprio benessere e quello dei propri cari. Consigliamo di insegnare ai bambini vari tipi di lavaggio delle mani fin da piccoli per fare in modo che acquisiscano questa abitudine al più presto.