Organizzare il bagagliaio dell’auto per le vacanze

Piccola guida per non lasciare a casa niente e viaggiare sicuri

Aggiornato

chiave dell'automobile nel portachiavi giallo

Ci sono alcune cose davvero difficili da spiegare, tipo come si faceva a vivere senza smartphone, o addirittura raggiungere i luoghi scelti per le nostre vacanze senza l’ausilio dei navigatori GPS. Eppure si arrivava sempre dove si voleva e nel caso delle vacanze, perdersi era anche parte dell’avventura. Una delle cose più difficili di tutte è però capire come fosse possibile entrare in 4, con tanto di bagagli, in auto che qualche generazione fa erano considerate auto per tutta la famiglia, e che erano grandi quanto una Smart, mentre oggi viaggiamo in auto decisamente più grandi, ma lo spazio sembra non bastare mai. Ecco quindi che la squadra di Cleanipedia si è riunita per condividere con voi qualche consiglio su come organizzare il bagagliaio della vostra auto prima di partire per le vacanze..

Ricordate sempre che i bagagli, siano essi all’interno del bagagliaio o sul portapacchi, non devono in nessun modo ostruire la visione del conducente, che deve avere massima visibilità verso l’esterno e possibilità di movimenti liberi.

La sicurezza prima di tutto

Anche se questo punto non è strettamente legato all’organizzazione del bagagliaio della vostra auto, è sempre bene ricordare che prima di tutto occorre accertarsi che tutto sia in ordine. Controllate quindi che la ruota di scorta sia in ordine, dato che nel caso di averne bisogno, l’ultima cosa che vorrete sarà rendervi conto che è sgonfia o non a posto. Superfluo dire che se viaggiate con bambini è necessario controllare bene che i seggiolini siano fissati perfettamente ai sedili.

Less is more

Sì lo sappiamo, tutto sembra davvero necessario, dagli abiti per le serate in riva al mare o in baita, fino ai giochi dei bambini, per non parlare di ombrelloni, attrezzature varie o le creme solari. Ma davvero è proprio tutto indispensabile? E non c’è niente che, per esempio, potreste comprare a destinazione? Per quanto riguarda i bambini, occorre subito dire che anche se faranno tragedie nel momento in cui direte loro che non possono portare quel gioco o quell’orsetto di peluche, vi renderete conto che in effetti una volta partiti neanche se ne ricorderanno. Per quanto riguarda il resto, il nostro consiglio è di concentrarvi più sulle esperienze che vivrete, e meno su cosa indosserete, portando con voi davvero lo stretto necessario. Ci sono poi prodotti, come per esempio le creme solari, i prodotti contro gli insetti o altri prodotti che potreste comprare direttamente sul luogo delle vacanze. Se vivete in città potreste anche risparmiare qualcosina, ma la cosa più importante è che non userete spazio prezioso.

Attenzione a come si muovono i bagagli

Organizzare il bagagliaio dell’auto è un po’ come giocare un puzzle in 3D, quindi considerate bene anche l’ordine in cui mettete i bagagli. Se vale sicuramente la regola di mettere i bagagli più pesanti e ingombranti sotto tutto, è necessario assicurarsi che quelli che restano sopra siano comunque vincolati, in modo da non muoversi durante il viaggio. L’ultima cosa che vorrete sarà essere colpiti da uno zaino alla prima frenata brusca. Fate anche attenzione, se possibile, a disporre i pesi in modo equilibrato tra lato destro e sinistro, per evitare comportamenti strani della vettura in curva..

Organizzare le valigie

Le valigie andrebbero organizzate secondo la logica che preferite. Naturalmente potrete avere una valigia per ogni viaggiatore, ma un’idea potrebbe essere di avere valigie separate per momenti diversi del viaggio. Questo vale soprattutto nel caso di vacanze itineranti, con diverse mete. Se invece vi spostate da una casa a un’altra (piuttosto che a un camping, a un hotel, o simili), allora potrete organizzare il viaggio come se fosse un piccolo trasloco, non trascurando le piccole regole che abbiamo condiviso più sopra.

Se viaggiate con un portapacchi

Più che mai qui valgono le raccomandazioni relative alla sicurezza. Assicuratevi che tutto sia fissato al tetto dell’auto e che niente si muova. Idealmente sarebbe bene utilizzare un portapacchi di ultima generazione, che oltre a garantire una maggior sicurezza, consente anche di avere una migliore efficienza aerodinamica e quindi minori consumi di carburante.

Originariamente pubblicato