Come pulire l’ottone e farlo tornare come nuovo

5 trucchi con prodotti di tutti i giorni

Aggiornato

spazzolini da denti colorati su sfondo blu

C’è un gioco che faccio spesso con i miei bambini, per capire cosa gli passa per la testa, o anche solo per avere qualche idea su un regalino da fare loro: in casa ho una piccola lampada in ottone, comprata durante un bellissimo viaggio in Marocco, che ricorda un po’ la lampada di Aladino. Allora chiedo ai miei piccoli di sfregarla e di esprimere 3 desideri: una cosa da fare insieme, una cosa buona da mangiare (che non sia gelato o cioccolato…), e un gioco. Un paio di settimane fa il più grande dei due, iper-osservatore come solo un bimbo di 5 anni può essere, ha notato una piccola macchia, dovuta all’ossidazione dell’ottone. Colta sull’orgoglio mi sono messo subito a cercare qualche consiglio su come farlo tornare a splendere come nuovo. Ecco qui cosa ho funzionato meglio.

Scegli il metodo migliore in funzione dei pezzi che dovete pulire: alcuni possono essere immersi o maneggiati più facilmente di altri, perciò scegliete tra questi 5 facili metodi quello che più si applica alle vostre necessità.

Primo trucco: acqua e sapone

Ebbene sì, a volte tornare ai fondamentali è la cosa migliore da fare. In questo caso possiamo tranquillamente dire che acqua e sapone possono aiutare a pulire bene l’ottone. Per avere i risultati migliori, il mio consiglio è quello di immergere direttamente l’ottone in acqua calda, dove avrete sciolto un po’ di sapone, quindi lasciare in ammollo e passare con uno spazzolino sulle parti particolarmente scure o sporche. Questo metodo richiede un po’ di lavoro, però è molto semplice ed efficace.

Secondo trucco: farina, aceto e sale

Non si tratta di una ricetta per una frittella di carnevale, ma piuttosto di una combinazione perfetta per pulire l’ottone, grazie all’effetto dell’acido dell’aceto, combinato con il potere abrasivo del sale. La farina serve perché in questo caso occorre formare un impasto, da applicare direttamente sull’ottone con un panno morbido. Grazie a questo impasto potrete rimuovere anche le macchie più grandi e scure. Io preparo tutto in una ciotola, dove sciolgo un cucchiaino di sale in mezza tazza di aceto. Poi per la farina mi regolo, aggiungendone fino a formare un impasto della consistenza giusta, diciamo un paio di cucchiai circa. Quando tutto è pronto, dovrete solo applicarlo sull’ottone e lasciarlo riposare per una decina di minuti, dopodiché potrete risciacquare sotto acqua corrente e infine asciugare bene.

Terzo trucco: limone e bicarbonato

A questo punto immagino che già abbiate capito dove andremo a parare: anche qui infatti vi invito a preparare un impasto acido. Io semplicemente spruzzo mezzo limone in una tazza e poi aggiungo un paio di cucchiaini di cucchiaini di bicarbonato. Mescolo bene e poi imbevo una spugna con il risultato, da applicare poi direttamente sull’ottone. Questo metodo è perfetto per quegli oggetti che non si possono smontare, tipo le maniglie delle porte in ottone.

Quarto trucco: spazzolino e dentifricio

Se possiamo affermare che un dentifricio a base di fluoro può contribuire a mantenere un sorriso brillante, possiamo anche dire lo stesso per quanto riguarda l’ottone, che potrà tornare a splendere con un po’ di dentifricio. Il mio consiglio è quello di applicarlo direttamente su tutte le superfici da pulire, lasciar riposare qualche minuto, quindi sfregare bene con un panno morbido e pulito. Se serve, si può tranquillamente ripetere l’operazione più volte. Bisogna poi ricordarsi di sciacquare bene sotto acqua fredda e asciugare con attenzione in tutti i punti.

Quinto trucco: ketchup

Ebbene sì: il ketchup è ottimo per pulire l’ottone. Io l’ho usato perché non vado matta per il ketchup (che alla fine altro non è che una salsa a base di aceto e pomodoro), quindi spesso mi trovo a buttare vasetti di ketchup praticamente ancora pieni, e mi dispiace sempre. Però ho scoperto che il ketchup, proprio per la sua composizione a base di aceto, può avere una seconda vita, per esempio per pulire e lucidare l’ottone. Come? È molto facile: applicate un po’ di ketchup direttamente sull’ottone , lasciatelo riposare per qualche secondo e quindi applicatelo su tutto l’oggetto che state pulendo con un panno umido. Una volta completate queste semplici operazioni, non vi resta che sciacquare bene sotto acqua corrente e asciugare con un panno asciutto.

Originariamente pubblicato