Le migliori piante da balcone per l’inverno e l’autunno

Ecco come avere accoglienti balconi fioriti in autunno e inverno

Aggiornato

erbe in vaso per il balcone

Chi ha la fortuna di avere un balcone sarà di certo interessato a quali piante coltivare sul proprio spazio privato con vista. Se spesso le piante servono a nascondere dagli sguardi indiscreti creando un ambiente più intimo e protetto dal caos cittadino, in altri casi invece possono essere una cornice verde - e ci si augura rigogliosa - a una vista già di per sé godibile. Per i più intraprendenti poi il balcone può anche diventare un piccolo orto, dove coltivare piante e ortaggi di medie e piccole dimensioni. A qualsiasi di questi gruppo apparteniate, quando si avvicina l’inverno è meglio correre ai ripari e informarsi su come mantenere verde la propria isola felice anche nelle stagioni più fredde e meno soleggiate.

Durante i mesi più freddi, proteggete le radici delle vostre piante da esterno con uno strato di foglie secche o corteccia (pacciamatura) e avvolgete i vasi in sacchi di juta o carta di giornale.

Fiori sul balcone anche in inverno

È possibile avere un bel balcone fiorito anche in inverno e in autunno. Dopo il caldo estivo è probabile che molte delle piante piantate e fiorite in primavera abbiano bisogno di un cambio della guardia. Esistono moltissime piante che non sono soltanto resistenti al freddo ma che fioriscono in inverno rendendo il vostro balcone accogliente e colorato anche nei mesi più tristi. I fiori d’inverno più conosciuti - molto comuni in tante città del Nord d’Italia - sono senz’altro le viole e i ciclamini. Di seguito parliamo di queste ed altre piante con fioriture invernali:

  • Il Ciclamino, diffusissimo in Italia è il fiore invernale per eccellenza. Fiorisce in autunno in colori vari e vivaci. Pur non richiedendo cure particolari non ama i ristagni d’acqua e le correnti forti e vuole un terreno sempre umido.
  • La Viola del pensiero (detta anche Viola Cornuta). Dai vari colori che vanno dal bianco al rosa e lilla, adatta sia da coltivare in vaso che in giardino. Assicuratevi di mantenere il terreno ben drenato e di aggiungervi del compost fatto in casa o poco concime ed evitate raggi del sole diretti. Le viole possono essere piantate insieme a tulipani, narcisi e ciclamini.
  • Il Gelsomino invernale (detto anche Gelsomino di S.Giuseppe). È consigliabile piantarlo a inizio settembre, dato che fiorisce intorno alla fine di gennaio, dopo aver perso tutte le foglie. Il gelsomino ama la luce diretta e può crescere fino a due metri di altezza ed è per questo usato anche come rampicante o siepe. È molto resistente al freddo e può vivere fino a dieci anni.
  • Il Calicanto d’inverno. I fiori di questa pianta originaria della Cina iniziano a sbocciare in pieno inverno (a volte fino a febbraio e marzo) dal legno senza picciolo! Il calicanto è resistente allo smog e non necessita di molta acqua o di cure speciali, quindi perfetto per la città. I rami fioriti recisi sono ottimi come centrotavola per il loro profumo delicato e gradevole.

Cosa si può coltivare in inverno sul balcone

Per chi vuole mettere alla prova le sue doti da agricoltore anche in inverno, sono tanti gli ortaggi che si prestano non soltanto ad essere piantati e coltivati in vaso, ma anche a crescere in inverno.

Eccone alcuni:

  • Molte varietà di cavoli come il cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo di bruxelles, cavolo verza, broccolo
  • Radici come finocchi, ravanelli e carote: la parte edibile come molti sapranno è la radice. La pianta esterna ha un aspetto molto gradevole con foglie verdi e piccoli fiori bianchi ad ombrello, che fioriscono da maggio fino a dicembre inoltrato.
  • Erbe aromatiche come il prezzemolo
  • Ortaggi a foglia per insalate invernali come radicchio, cicoria catalogna, indivia e lattuga.
  • Piante bulbose come porri, aglio e cipolla (a seconda della varietà). L’aglio, che normalmente si dovrebbe raccogliere prima dell’inizio delle stagioni fredde, se lasciato sulla pianta rivegeta per essere poi raccolto ai primi caldi.

Come proteggere le piante che vogliamo far sopravvivere alle stagioni fredde

Se avete delle piante delicate sul balcone che non amano il freddo e non avete la possibilità di accoglierle in casa durante i mesi invernali è consigliabile proteggerle con alcune tecniche apposite.

Ecco alcuni metodi:

  • Pacciamatura, che consiste nel proteggere il terreno in superficie con uno strato di corteccia o foglie secche o terriccio anti-gelo. In questo modo si impedisce che le radici congelino.
  • Avvolgere i vasi (preferibilmente in terracotta) in fogli di giornale o sacchi di juta.
  • Teli protettivi montati su griglie in alluminio o paletti in legno. Questo metodo richiede del materiale apposito e un po’ più di impegno.
  • Se si ha lo spazio, si può ricorrere all’utilizzo delle serre da balcone, all’interno si possono ospitare le piante più delicate (come gli agrumi) che godono così della stessa luce senza patire le temperature troppo basse.

Originariamente pubblicato