Come organizzare i cassetti in casa può cambiarvi la vita

Seguite le nostre dritte per fare ordine nei cassetti

Aggiornato

cassetto della scrivania con forniture per ufficio

Tutto a posto a Ferragosto? Non proprio. Ferragosto è passato da un pezzo e le nostre case sono più ingombre che mai, complice l’accumulo di souvenir, bagagli da sistemare, vestiti da lavare e molto altro. Una casa disordinata e piena di oggetti aumenta l’ansia e il disagio quotidiano. Come se non bastasse, compriamo spesso troppe cose superflue; probabilmente vivremmo meglio con un quarto degli oggetti che abbiamo in casa. Per ovviare al problema, tendiamo a buttare tutto nei cassetti alla rinfusa, così otteniamo una casa apparentemente sgombra e ordinata e nascondiamo il disordine alla vista.

La brutta notizia è che avere la casa apparentemente in ordine non serve se poi apriamo un cassetto e sembra che sia passato uno tsunami: l’ansia sale di nuovo e il tempo perso per cercare il più banale degli oggetti vanifica tutto. Organizzare i cassetti diventa quindi un’attività fondamentale quanto in tutto resto della casa, altrimenti i cassetti saranno solo un nascondiglio del nostro disordine, come uno scheletro nell’armadio. Seguite i nostri consigli su come organizzare i cassetti e su come usare un organizzatore di cassetti: le vostre giornate saranno un po’ più piacevoli.

Quando riponete un oggetto nel cassetto, assicuratevi di metterlo nel posto giusto. In caso contrario, perderete un sacco di tempo a cercarlo quando servirà di nuovo, specialmente nel caso di oggetti che non si usano di frequente.

Come organizzare i cassetti: l’arte di buttare via

Aprite un cassetto e poi non riuscite più a chiuderlo? Qui qualcosa non va. Il primo passo per organizzare i cassetti è quello di buttare via tutto il superfluo! OCcorre agire con metodo, scegliere una stanza da cui partire e occuparsi di un cassetto alla volta. Svuotate il cassetto di tutto il suo contenuto e già che ci siete, dategli una bella pulita. Poi affidatevi alla magica arte di buttare via: i residui post bellici del 1518 vanno bene per i musei, non per i cassetti di casa. Per facilitare l’operazione, create tre pile distinte con gli oggetti da buttare quelli da tenere e quelli da spostare.

Come organizzare i cassetti della cucina

Le nuove cucine hanno un sacco di cassetti, forse persino troppi. Il nostro suggerimento è di organizzarli per tipologia, destinando a ognuno una specifica funzione. Inoltre, è bene utilizzare divisori interni: per il primo cassetto, il classico porta posate multispazio va più che bene. Usa un secondo cassetto per mestoli e accessori da cucina, dalla grattugia al pelapatate. In un terzo cassetto possiamo riporre il pentolame, e così via. In ogni cassetto impilate insieme gli oggetti dello stesso tipo, dal più grande al più piccolo: se mischiate oggetti diversi, ad esempio pentole e padelle, perderete un sacco di tempo a cercarli quando servono!

Come organizzare i cassetti del bagno: bisogno di ordine

Il bagno è il regno dell’accumulo compulsivo. Dopo aver regalato alla pattumiera creme, cremine e profumi nauseanti che non avete mai avuto il fegato di usare, organizzate i cassetti dall’alto verso il basso: nei cassetti più alti e quindi vicini al viso riponete gli oggetti più usati come spazzolino, dentifricio, rasoio, ecc. Poi andate sempre più verso il basso per le varie creme da sole, trucchi ecc. Se avete ancora tanti oggetti, usate un organizzatore di cassetti: in altenativa, potete riutilizzare scatoline e scatolette varie, scatole dei cerali - tagliandole - e persino cartoni delle uova. Un cassetto confuso diventa subito più ordinato suddividendo oggetti e oggettini al suo interno in tre o quattro scatole.

Come organizzare i cassetti della scrivania

La scrivania è così pulita e ordinata che tutti i colleghi ve la invidiano? Forse perchè nei cassetti c’è l’Inferno di Dante! Scherzi a parte, i cassetti delle scrivanie diventano facilmente confusionari perchè spesso siamo di fretta, tra scadenze, riunioni e pause pranzo. La prima cosa da fare è evitare categoricamente di usare i cassetti per riporre i documenti. Meglio optare invece per un raccoglitore di fogli, decisamente più ordinato e veloce da usare. Cercate di tenere i cassetti sgombri e usarli solo per l’essenziale, dividendo a piacimento tra cancelleria, strumenti di lavoro, oggetti personali, magari aiutandosi con dei divisori interni. Se la scrivania è quella dell’ufficio, il nostro consiglio è di tenere i cassetti i più sgombri possibile: questo spazio potrebbe tornare utile nel caso aveste con te oggetti che non volete lasciare sulla scrivania alla vista di capi e colleghi.

Originariamente pubblicato