Trucchi per sopravvivere ai lavori di ristrutturazione della casa

Come prevenire i danni da polveri, sporco e calcinacci

Aggiornato

pennello sporco sul tappeto

Sappiamo tutti quanto i lavori di ristrutturazione della casa siano stressanti. Avere l’abitazione invasa da muratori, idraulici e piastrellisti che si aggirano con scarpe ed indumenti sporchi per le stanze, creando detriti e polveri con il loro lavoro, può generare frustrazioni. Come in tutti i casi, l’importante è pianificare e prepararsi al meglio, più precauzioni prendiamo prima di iniziare i lavori e meno dovremo lavorare per pulire e rassettare casa una volta che la ristrutturazione sarà terminata.

La regola numero uno per tenere sotto controllo la dispersione di polveri e detriti è quella di pulire alla fine di ogni giornata lavorativa. Eliminate il grosso delle macerie, buttate sacchi contenenti avanzi di materiali di costruzione o altri tipi di immondizia ed aspirare le polveri sottili in tutta l’abitazione. Mantenere gli ambienti in ordine e puliti aiuta i lavoratori a svolgere le loro mansioni più velocemente, con maggior precisione e limita i danni causati da detriti, calcinacci o polveri.

Il team di Cleanipedia ha messo a punto una semplice guida che vi aiuterà a proteggere la casa e l'arredamento durante i lavori di restauro.

Spostate i mobili, coprite i pavimenti e sigillate ante e cassetti prima dell’inizio dei lavori. Non svolgere questi compiti quando i lavoratori sono già all’opera, datevi tempo per preparare la casa con cura prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione

Delineare l’area di lavoro

Se la ristrutturazione non coinvolge l’intera abitazione ma solamente una o più stanze, potete delineare l’area interessata, concedendo l’accesso a lavoratori e fornitori solamente nelle aree di lavorazione e nei corridoi di passaggio. Ovviamente questo principio vale anche per chi risiede nell’abitazione. Indumenti e scarpe che si usano nelle zone soggette alla ristrutturazione non devono essere indossate nelle altre aree della casa. Con questo accorgimento si limita la dispersione di polveri e residui di lavorazione.

Porte protettive antipolvere

Nelle stanze dove vengono svolti i lavori di ristrutturazione è consigliabile proteggere le porte da graffi e rigature togliendole dagli infissi. Per trattenere polvere e detriti nella stanza dove si svolgono i lavori, installate delle porte protettive in plastica trasparenti munite di cerniere che si aprono in entrambi i lati per favorire il passaggio delle persone senza disperdere residui di materiale di lavorazione nel resto della casa. Le porte protettive possono essere lavate e riutilizzate più volte.

Come proteggere mobili e complementi d’arredo

Per proteggere i mobili ed i complementi d’arredo durante i lavori di ristrutturazione della casa è bene spostarli in un altra stanza o metterli in un magazzino durante la durata dei lavori. Oltre a salvaguardare i vostri mobili, questo accorgimento permette ai lavoratori di operare in un ambiente senza ostacoli migliorando la precisione e riducendo i tempi di consegna. Se non avete spazio nelle altre stanze e non potete usare un magazzino incartate ogni oggetto che si trova all’interno dei mobili, sigillate le ante e i cassetti con del nastro adesivo e coprite l’intero mobile con un telo impermeabile.

La copertura dei pavimenti

Le migliori protezioni da pavimento sono i tappeti morbidi in feltro. Questi tappeti minimizzano i danni da trasporto e prevengono danneggiamenti da cadute accidentali di oggetti o calcinacci evitando anche i danni causati da polveri, detriti o sabbie che potrebbero graffiare la superficie del pavimento. È consigliabile posizionare un telo plastificato impermeabile sopra il tappeto di panno per proteggere le superfici da umidità e dagli schizzi di sostanze acide o corrosive.

Arieggiare le stanze soggette alla ristrutturazione

Tenete aperte le finestre delle stanze in cui si svolgono i lavori di ristrutturazione, con questo accorgimento le polveri tenderanno ad uscire dalle finestre invece che disperdersi nelle altre aree dell’abitazione. Durante i lavori di ristrutturazione della casa è bene tenere spento il sistemi di condizionatore dell’aria per evitare lo spostamento di polveri da una stanza all’altra tramite i condotti che fanno circolare l’aria. Le porte e le finestre delle stanze in cui non vengono svolti i lavori vanno invece tenute sempre chiuse, e se non vengono usate dagli abitanti della casa possono anche essere sigillate con del nastro adesivo per evitare che la sporcizia raggiunga tutta la casa.

Originariamente pubblicato