Come pulire la lavatrice con metodi e prodotti casalinghi.

I consigli di Cleanipedia per avere sempre una lavatrice pulita, con poco sforzo e usando prodotti sempre disponibili in ogni casa.

Aggiornato

lavatrice

Non so se vi è mai capitato di pensare che la vostra lavatrice si mangi qualcosa: un calzino, un paio di mutandine. È una cosa che davvero mi dava grandi grattacapi, finché un giorno ho deciso di utilizzare delle bustine per raccogliere i capi più piccoli, e spesso più delicati. Così facendo non solo ho smesso di perdere piccoli pezzi di bucato, ma ho anche ottenuto un piacevole effetto collaterale, ovvero il maggior rispetto dei capi delicati, che ora durano molto di più. Perché dico questo? Perché la lavatrice non si mangia solo calzini e simili, ma purtroppo la sua dieta include germi, muffe, pezzi di gomma, e probabilmente tante altre cose che di sicuro non voglio che finiscano nel mio bucato. Ecco quindi qualche trucco per mantenere la lavatrice sempre pulita e quindi ottenere un bucato migliore.

Per ridurre la formazione di muffa, è opportuno lasciare aperto lo sportello della lavatrice. Così facendo, la lavatrice potrà “respirare”, si eviterà l’accumulo di umidità e quindi la proliferazione di batteri e muffe.

Prendersi cura della lavatrice regolarmente

È vero che viviamo una vita sempre più piena di impegni, ma è altrettanto vero che prendersi cura della lavatrice, così come di ogni altra cosa, solo una volta ogni tanto non è la cosa migliore da fare. In fondo nessuno spera di ottenere risultati lavorando duro in palestra solo un giorno ogni sei mesi, giusto? Bene, la cosa positiva è che mantenere pulita la lavatrice è molto meno faticoso che andare in palestra regolarmente - almeno per me - e soprattutto possiamo farlo senza perdere troppo tempo. Io per esempio, dato che faccio circa una decina di bucati alla settimana, la pulisco una volta al mese. Questa frequenza può aumentare o diminuire in funzione dell’utilizzo che ognuno fa della lavatrice: quanto più la si usa, quanto più spesso è bene pulirla. Questo può sembrare un consiglio da poco, ma è forse il più utile di tutti.

Usare prodotti naturali che abbiamo in casa

In commercio esistono tanti prodotti specifici per la pulizia degli elettrodomestici, ma in questo caso io preferisco consigliare alcuni metodi che ho imparato guardando mia mamma, in un’epoca in cui gli scaffali dei supermercati erano molto meno forniti rispetto a oggi. Sì perché in questo caso, come in tanti casi, possiamo semplicemente utilizzare aceto bianco e bicarbonato di sodio per ottenere risultati eccellenti. Se vi prendete cura della vostra casa sapete bene che aceto e bicarbonato sono tra gli alleati più versatili che abbiamo, in questo caso la mia raccomandazione è quella di non eccedere con le quantità di aceto, perchè potreste ottenere un bucato che sa di aceto.

Consigli passo a passo per pulire la lavatrice: la guarnizione

In questo caso mi riferisco principalmente alla pulizia delle lavatrici con carica frontale, di gran lunga le più utilizzate, però per lavatrici con carica dall’alto il procedimento sarà molto simile. Per prima cosa pulire bene la guarnizione della lavatrice (quella gomma grigia che abbraccia l’obló, per intenderci. Se la guarnizione non è particolarmente sporca, sarà sufficiente passare una spugna imbevuta di acqua e aceto, e così rimuovere la maggior parte della sporcizia che si può accumulare. Nel caso di presenza di muffa persistente, il mio consiglio è di togliere la guarnizione e immergerla in una bacinella con acque calda e aceto, per una ventina di minuti. Fatto questo, verificare che la muffa se ne sia andata e se necessario sfregare ancora un po’ con la spugna o con uno spazzolino.

Come pulire il tamburo (o cestello)

Una volta pulita la guarnizione possiamo passare alla pulizia del cestello. Per fare ciò programmeremo la lavatrice, utilizzando un programma lungo e ad alta temperatura. Prima di arrivare a ciò, ecco i vari passi necessari:

  1. Versare un paio di bicchieri di aceto bianco nel cestello
  2. Versare una miscela di acqua calda e bicarbonato nei cassettini dei detersivi (in tutti: detersivo, ammorbidente, candeggina, etc.) previamente puliti con una spugna e un poco di acqua e aceto
  3. Eseguire un ciclo di lavaggio ad alta temperatura (quello normalmente utilizzato per i cicli più “pesanti”, per intenderci: alta temperatura e tempi lunghi). Così facendo aceto e bicarbonato, grazie alle alte temperature, lavoreranno insieme per eliminare qualsiasi sporcizia o muffa presente all’interno della lavatrice.
  4. Asciugare bene tutte le parti appena pulite. Questa è anche un’ottima occasione per ispezionare cestello e cassettini, e per rimuovere eventuali residui di sporcizia (anche se dubito che ce ne saranno)

Originariamente pubblicato