Come organizzare i Lego

Ecco i consigli per riconquistare il vostro salotto

Aggiornato

Sala giochi sistemata con scatole e mensole

Vi trovate a rimpiangere gli anni dei duplo e dei “mattoncioni” Lego per i più piccini almeno due volte al giorno? Camminare nel vostro salotto è diventato doloroso quasi quanto cercare di raggiungere il mare dopo aver fatto i fachiri sulle conchiglie e la sabbia rovente della riviera Adriatica? Se la risposta a queste due domande è sì, è arrivato il momento di affrontare un’operazione che si rivelerà cruciale per la vostra salute mentale e anche quella dei vostri figli: riordinare e organizzare i Lego, tutti i Lego.

Suddividete i Lego per colore in scatole di medie dimensioni, sarà così più facile per i vostri piccoli ingegneri non soltanto trovare i pezzi in fase di costruzione ma anche rimetterli al loro posto!

Come organizzare i Lego

Detto così può sembrare semplice per qualcuno, qualcuno che non ha figli con tanti Lego, o forse solo per chi non ha figli! I bambini, da generazioni e generazioni, adorano i Lego. I Lego sono forse il gioco che accompagna per più tempo l’infanzia dei nostri bimbi (e per qualcuno sconfina nell’età adulta) e quando si arriva alla fase dei mattoncini più piccoli è meglio correre ai ripari prima che invadano la casa.

Se finora vi siete limitati e dividere i Lego dai giochi, è giunto il momento di attuare una strategia più complessa: ovvero la divisione per colori. Facendo una semplice ricerca su Pinterest, vi sentirete meglio alla vista di quanti genitori prima di voi si sono dovuti inventare di tutto per ovviare all’invasione dei Lego.

Dopo aver fatto lunghe ricerche abbiamo eletto il metodo di divisione per colori il migliore. In questo modo infatti le singole scatole non saranno troppo grandi e quindi più semplici da gestire per i nostri architetti, incoraggiandoli a tenere in ordine i Lego. Meglio ancora utilizzare le classiche cassettiere da ufficio per organizzare la cancelleria, ne troverete per tutti i gusti e materiali.

Spargete quindi tutti i mattoncini sul pavimento e procedete alla divisione:

  • Gialli, arancioni e rossi
  • Blu, viola e verdi
  • Grigi
  • Bianchi e neri
  • Omini
  • Ruote
  • Piattaforme
  • Hero Factory

Trovare il momento giusto

Riordinare e organizzare i Lego soprattutto per le collezioni più ambiziose, può richiedere del tempo, assicuratevi di scegliere il momento più adatto. Un consiglio dalle mamme con più esperienza? Il Natale, con la promessa dell’arrivo di nuovi giochi (e ahimè nuovi Lego), è un ottimo pretesto per convincere i vostri bimbi ad aiutarvi nella riorganizzazione.

Quale occasione migliore per fare spazio ai nuovi giochi e coinvolgere i bambini in un’azione alla Marie Kondo? I giocattoli che non “danno più gioia” ai vostri bambini sicuramente hanno il potenziale per darne tanta ad altri bambini meno fortunati. Se in buone condizioni poi, perchè non regalarli anche a qualche amico o membro della famiglia con bambini più piccoli dei vostri? Il Natale non dovrebbe trasformarsi in un inno al consumismo e alla spesa inutile, quale modo migliore di un riciclo con amore per tagliare il budget?

Come conservare i Lego montati

Ogni genitore sa che questa è una strada pericolosa. Non soltanto conservare i Lego montati va un po’ contro l’essenza del Lego ma significa:

  1. Trovare spazio per conservare i Lego montati
  2. Compare nuovi Lego
  3. Trovarsi a dover spolverare le costruzioni

Incoraggiamo a scoraggiare questa pratica, ma in caso di creazioni di cui i vostri bimbi - e soprattutto voi - siete particolarmente orgogliosi, cercate di trovare una soluzione pulizie-friendly. Per esempio montate in camera un paio di quegli scaffali cubi - meglio se con un’anta in vetro - in modo da proteggere le creazioni dalla polvere. In alternativa conservateli in delle scatole trasparenti da impilare una sull’altra o da inserire nella libreria. Se avete lo spazio, potreste addirittura comprare una vetrinetta apposita.

Originariamente pubblicato