Come riparare un rubinetto

Se un rubinetto ti tiene sveglio tutta la notte, leggi come riparare un rubinetto che gocciola e torna a dormire sogni tranquilli.

Aggiornato

pulire lavello

Plin. Plin. Plin. Non c’è niente di più irritante del lento gocciolare di un rubinetto che perde. Sia di notte che di giorno, il rumore costante dell’acqua contro il lavandino vi garantirà l’aumento della pressione sanguigna e delle notti in bianco.

Per fortuna l’aiuto è a portata di mano. Basta seguire questa semplice guida e il vostro riposo non sarà mai più interrotto dal gocciolio costante di un rubinetto che perde.

In primo luogo, è fondamentale interrompere temporaneamente la fornitura di acqua: volete aggiustare il rubinetto che perde, non inondare la casa!

Probabili cause 

Si crede che un rubinetto che perde sia causato da una rondella allentata o rotta. Questa è spesso la causa, ma potrebbe anche trattarsi della sede della valvola di scarico. Diversamente dalle rondelle, la sede della valvola è spesso di ottone, ed è quindi suscettibile all’erosione dell’acqua. Quando il rubinetto è chiuso, la pressione dell’acqua si accumula dietro la sede della valvola, intagliando piccoli canali attraverso i quali l’acqua può sfuggire. Ed ecco che il rubinetto comincia a gocciolare. Plin. Plin. Plin.

Se questo è il caso, cambiare la rondella non servirà a nulla, e bisognerà, invece, riparare la sede della valvola.

Di cosa avete bisogno:

  • Un cacciavite a testa piatta
  • Chiave inglese regolabile / due chiavi fisse
  • Rondella di ricambio e/o sede della valvola

Come riparare un rubinetto che gocciola

Se la perdita è al piano superiore, aprite un rubinetto al piano terra per drenare l’impianto. In seguito, mettete il tappo al lavandino: i dadi e i bulloni che si dovranno rimuovere sono piccoli e poco pratici, e sarebbe un disastro se anche uno solo finisse nello scarico!

Cominciate rimuovendo i tappi indicatori dei rubinetti. Sono quei tappi che solitamente hanno una linea rossa o blu per indicare acqua calda o fredda; dovrebbe essere un’operazione abbastanza semplice, facendo leva con un cacciavite a testa piatta.

Sotto il coperchio dell’indicatore, si dovrebbe trovare una vite, chiamata “vite di rilascio”. Con il cacciavite appropriato, svitate delicatamente la vite fino a quando non sarà possibile rimuovere la testa del rubinetto. Se la vite è particolarmente dura, applicate un lubrificante, attendete circa 10 minuti , affinché il lubrificante abbia effetto, e riprovate.

Tenete fermo il beccuccio del rubinetto con una pinza, una chiave o una chiave inglese, quindi svitate (utilizzando un’altra chiave) la manopola fino a smontarla.

Come cambiare una rondella

Rimuovete completamente la manopola: a questo punto, dovreste avere un buon accesso alle rondelle – sia a quella superiore, una guarnizione, che a quella inferiore, che assomiglia a un anello schiacciato. Vale la pena di sostituire entrambe le rondelle – sono abbastanza economiche, e dovrebbero essere facilmente reperibili in ferramenta. Ripetere all’inverso le istruzioni elencate in precedenza per rimontare il rubinetto.

Il rubinetto perde ancora?

Se le rondelle sono in buone condizioni, o se le avete strette senza che la perdita si sia risolta, è possibile che il problema risieda nella sede della valvola. Se avete una smerigliatrice (un attrezzo abbastanza specializzato ma anche facilmente reperibile), smerigliate la sede della valvola fino a quando non risulterà liscia al tatto, e poi rimontatela. In alternativa, è possibile sostituire la sede della valvola. Basterà assicurarsi di acquistarne una di dimensioni e forma corrette. Una sede della valvola della dimensione sbagliata potrebbe causare perdite nel rubinetto.

  • In primo luogo , provare a sostituire la rondella
  • Originariamente pubblicato