14 cose da fare prima di partire per le vacanze

Evitate così lo stress e partite rilassati!

Aggiornato

poltrona e pianta in vaso vicino alla porta a vetri del giardino

Capita a tutti, ma proprio a tutti, di salire in macchina con quella sensazione - che non ci abbandona nemmeno all’uscita dell’autostrada a qualche chilometro dalla meta - di aver scordato qualcosa di importante. Correte ai ripari con il solo e unico rimedio infallibile: una lista di cose da fare prima di partire. Ormai non servono nemmeno più carta e penna, potrete digitalizzare la lista e condividerla con i vostri familiari, in modo che tutti diano il loro contributo ad espletare ogni compito gradito e non.

Non c’è scampo a quella sensazione di “oddio ho dimenticato qualcosa”, una lista su carta o digitale è l’unico vero antidoto all’ansia da partenza per le vacanze.

Cose da fare almeno un paio di settimane prima di partire per le vacanze

A parte le cose da fare subito prima di uscire di casa, di cui parleremo più tardi, ci sono altre faccende che vanno organizzate con un po’ di anticipo, sia perché coinvolgono altre persone, sia perché potrebbero richiedere tempo, in particolare per coloro che lavorano fino all’ultimo secondo prima di partire.

1. Organizzate la cura degli animali e delle piante: a meno che non possiate partire con gatti e cani, questa è per ogni amante degli animali, la prima cosa a cui si pensa. Trovate qualcuno di fidato che possa prendersi cura dei vostri amici pelosi. Altrimenti affidate i vostri animali domestici a dei centri specializzati o alle cure di una pet-sitter. Non soltanto gli animali ma anche le piante avranno bisogno di cure, soprattutto se starete via per più di una settimana. Esistono alcuni trucchi per irrigare le piante anche senza sistemi complicati, ma non vi serviranno a coprire più di qualche giorno. Contattate un vicino o un amico che resta in città.

2. Trovate qualcuno a cui lasciare le chiavi. Non serve pensare alle peggiori tragedie, ma anche in caso di una semplice perdita d’acqua, è bene che ci sia qualcuno che può aprire casa per voi. Se avete spuntato il punto uno, il punto due dovrebbe andare da sè.

3. Controllate le bollette. La maggior parte delle famiglie riceve un accredito sul conto. Controllate comunque che non ci siano bollette rimaste in sospeso che potrebbero mettervi davanti non solo alla depressione da ritorno, ma anche a una casa al buio.

Cose di cui occuparsi a una settimana dalla partenza

4. Controllate frigorifero e la dispensa. Cercate di organizzare i pasti prima della partenza in modo da consumare ciò che c’è nel frigo. Non è infatti consigliabile lasciare cibi che potrebbero andare a male per lunghi periodi nel frigo ed è un vero peccato vedersi costretti a svuotare il frigo all’ultimo e dover buttare cibo altrimenti perfetto. Perché ad esempio non chiedere ai vicini se sono interessati alle cose che sapete non potrete consumare?

5. Fate il bucato. Come il cibo anche i panni sporchi non dovrebbero stare troppo tempo a macerare. È consigliabile organizzare il bucato in modo da non lasciare pile di calzini puzzolenti ad aspettarvi al ritorno delle vacanze

6. Assicuratevi di lasciare cucina e bagno puliti. D’estate con le alte temperature il bagno e la cucina sono più soggetti ad attirare insetti e parassiti, se lasciati non pulitissimi e al chiuso per lunghi periodi. Non soltanto le formiche si daranno alla pazza gioia con eventuali briciole, ma rischiate anche di invitare muffe al party.

Le cose da ricordare prima di uscire di casa per le vacanze

7. Chiudete gas e rubinetto principale dell’acqua. Questi accorgimenti a parte evitare sprechi, sono dei veri e propri salvavita (e salva parquet) in caso di guasti alle tubature.

8. Buttate la spazzatura. Per una questione ovvia di igiene non lasciate la spazzatura al chiuso per lunghi periodi … in particolare se lasciate in casa i vostri amici a quattro zampe!

9. Scollegate le prese. Principalmente per evitare che in caso di corto circuito i dispositivi collegati ne risentano. Inoltre non tutti sanno che i cavi collegati alle prese collegate anche se non alimentano nessun dispositivo consumano comunque un minimo di energia.

10. Lavate stoviglie. Non c'è bisogno di spiegare il livello di incrostazione e muffe che potreste trovare nel lavello o peggio ancora nella lavastoviglie se lasciate stoviglie sporche per una settimana (o peggio due).

11. Inserite l’allarme. Sembra ovvio, ma riparliamone quando state caricando la macchina preoccupati di non perdere nessuno per strada. In questi momenti ringrazierete di aver inserito questo punto nella vostra lista!

Cose da fare se partite per le vacanze in macchina

Quasi superfluo dire che c’è da fare un check up dell’auto se avete deciso di intraprendere il viaggio verso le tanto attese ferie in macchina.

12. Controllate le gomme

13. Controllate l’impianto di illuminazione e pulizia vetri

14. Livelli dell’olio motore e liquido di raffreddamento

E ora, non resta che godersi le meritate vacanze!

Originariamente pubblicato