Come pulire la tappezzeria di casa

Guida passo passo alla manutenzione di tappezzeria d’epoca e delicata

Aggiornato

Cuscino appoggiato sulla poltrona

I mobili d’epoca o vintage sono la passione di molti. Se trattati con la giusta cura possono accompagnare la vita domestica di molte generazioni. Una volta usurati si prestano di solito ad essere restaurati e possono così godere di molte altre vite. Possedere della tappezzeria vintage pregiata non deve però di certo impedirci di goderne a pieno e di usarla senza troppi pensieri.

In questo articolo troverete informazioni utili su come prendersi cura e pulire la tappezzeria di casa: smacchiare, lavare a secco e mantenere nel tempo.

Tappezzeria macchiata? Niente panico! Assorbite la macchia con della carta da cucina e applicate una piccola quantità di sapone di Marsiglia. Rimuovete il sapone con un panno bagnato o con del vapore.

Come pulire la tappezzeria di sedie e divani passo per passo

Per pulire la tappezzeria di divani e sedie in casa vi serviranno:

Una spazzola a setole morbide

  • Aspirapolvere con beccuccio (o semplicemente utilizzate il tubo)
  • Un panno pulito
  • Aceto
  • Acqua
  • Olio essenziale di lavanda o verbena

Iniziate rimuovendo i cuscini dal divano e spazzolando per bene anche sotto, utilizzando l’aspirapolvere per rimuovere la polvere più ostinata e le briciole. A questo punto mischiate due parti di acqua e una d’aceto e aggiungete qualche goccia di olio essenziale. Imbevete il panno nella soluzione e strizzate per bene. Passate ora velocemente ma energicamente sul divano. Se possibile lasciate il divano e i cuscini o le sedie a prendere aria (spalancate le finestre) ma non alla luce diretta del sole.

Come smacchiare la tappezzeria di divano e sedie

Prima regola per smacchiare la tappezzeria è non farsi prendere dal panico! Cercate di tamponare la macchia in maniera tempestiva con della carta o un panno assorbente e raccogliere il più possibile lo sporco. Utilizzate un prodotto smacchiante a secco per lavare via la macchia.

Se il tessuto lo permette provate con una piccola quantità di sapone di Marsiglia. Inumidite un angolo di una saponetta e sfregate delicatamente sulla macchia. Subito dopo rimuovete il sapone con un panno pulito e bagnato. Se la macchia persiste, provate a rimuovere il sapone con il vapore del ferro da stiro, invece che con un panno bagnato.

Per i divani o le sedie in pelle invece rimuovete la polvere con un panno inumidito e detergete poi la superficie con un prodotto specifico o del latte detergente per il viso. Per pulizie più aggressive rivolgetevi ad uno specialista.

Regole generali di mantenimento

Oltre a prendersi cura della tappezzeria di divani e sedie vintage pulendoli è anche importante osservare alcune regole d’oro generali di mantenimento per evitare di comprometterne lo stato:

Proteggete i la tappezzeria di sedie e divani dalla luce diretta del sole. I raggi del sole più di ogni altra cosa possono danneggiare i vostri mobili, scolorendo i tessuti e seccando eccessivamente il legno. Il sole ha inoltre il potere di ingiallire anche le macchie invisibili (come ad esempio quelle di sudore). Proteggete sempre i mobili dalla luce diretta del sole con tende o saracinesche. Evitate l’eccessiva umidità come l’eccessiva secchezza. Se vivete in una città o una zona particolarmente umida o secca munitevi di un deumidicatore o umidifcatore. La qualità dell’aria non è importante solo per i vostri mobili ma anche per la vostra salute e il divano in un clima troppo umido si sentirà un po’ come le vostre ossa! Da evitare anche gli eccessivi sbalzi di temperatura. Se vivete in un ambiente climatizzato evitate di accendere al massimo l’aria condizionata in estate o il riscaldamento in inverno.

Come pulire e lucidare le parti in legno

Anche se la parte di cui ci si preoccupa maggiormente di solito è la tappezzeria, anche le parti in legno hanno bisogno di manutenzione. Lucidate regolarmente le parti in legno con un panno e della cera per mobili. Fate attenzione a non esagerare con la cera poiché finirete per ottenere l’effetto contrario: la cera non assorbita crea uno strato di grasso che attira polvere e sporco e non lascia respirare il legno. Un metodo naturale per pulire il legno è mischiare olio di cocco con dell’acqua e qualche goccia di olio essenziale di limone. Spruzzato sulle superfici in legno pulisce lasciando un leggero strato di grasso a proteggere il legno.

Originariamente pubblicato