Lunga vita alla tua poltrona preferita

Scopri come pulire le poltrone in modo che durino per sempre

Aggiornato

poltrona in tessuto grigio con cuscino floreale giallo

Compagna di nullafacenza serale, amica fedele di “binge-watching” nonché unica testimone del tuo sconforto per l’ultima puntata della tua serie preferita. Non è la migliore amica d’infanzia, ma la poltrona: quell’oggetto discreto e silente che se potesse parlare, beh, meglio non saperlo. Quando dopo una giornata estenuante ci lasciamo andare, divorando snack ipercalorici davanti a un talk-show di bassa lega, lei è l’unica che non ci giudica. Almeno fino a quando l’insieme di briciole, macchie e polvere accumulata di fianco alla forma del sedere non chiedono il conto: adesso è ora di pulire la poltrona.

Pulire la poltrona è una forma di rispetto per sé stessi, per l’oggetto in sé e per gli eventuali ospiti. Inoltre, una pulizia regolare aiuta l’amica del tuo fondoschiena a durare di più: la maggior parte delle poltrone sono di stoffa o materiali simili e si puliscono facilmente. Tuttavia, quando la poltrona non è sfoderabile la faccenda diventa leggermente più complicata. Nessun problema, veniamo in aiuto noi! Con il nostro articolo ti spieghiamo come pulire le poltrone in tessuto ma anche come pulire le poltrone in pelle e come pulire una poltrona in alcantara. Inforca gli occhiali, brandisci lo spolverino e vai all’attacco:

Per preservare la tua poltrona ti consigliamo di passarvi un panno con qualche goccia di olio essenziale, ad esempio eucalipto, menta oppure tea tree oil. Oltre ad avere un buon profumo, tengono lontani acari e tarme dalla tua amica di salotto!

Come pulire poltrone in tessuto sfoderabile

Se i componenti della poltrona sono sfoderabili, dovrai prima estrarre il rivestimento e far prendere aria per una giornata: riserva lo stesso trattamento ai cuscini e ad altri elementi rimovibili. Inoltre, sbatti con energia i tessuti con un battipanni per eliminare polvere e acari. Potrai poi lavare il rivestimento in lavatrice seguendo attentamente le indicazioni in etichetta, senza superare i 40 gradi e usando un programma per i capi delicati. Infine, occupati della struttura “nuda” della poltrona usando un panno e un detergente idoneo al tipo di materiale.

Come pulire poltrone in tessuto non sfoderabile

Pulire le poltrone in tessuto quando non si può togliere il rivestimento richiede un approccio diverso: Invece di usare il battipanni, sguinzaglia l’aspirapolvere (precedentemente pulito) per aspirare briciole, polvere e chissà cos’altro da tutti i pertugi, gli angoli e gli anfratti difficilmente raggiungibili, ad esempio dove lo schienale si unisce alla seduta. Fatto questo, puoi creare un detergente casalingo unendo acqua tiepida e limone con aggiunta di bicarbonato. Passerai la soluzione con un panno in microfibra insistendo sui punti più sporchi. In alternativa, puoi anche sciogliere del sapone di Marsiglia in acqua calda.

Come pulire le poltrone in pelle

Le poltrone in pelle ti fanno sudare, nel senso che al pensiero di pulirle sudi freddo? Ma no, a meno che non sia in pelle umana come quella del megadirettore galattico, pulire le poltrone in pelle non è difficile. Quando passi l’aspirapolvere per togliere i residui, fai piano e usa una bocchetta che non graffi (come quella per l’automobile). Poi, versa del bicarbonato sulla poltrona e lascialo agire mezz’oretta. Scioglierà lo sporco peggiore. Fatto ciò, rimuovi il bicarbonato con un panno - o con l’aspirapolvere - e prepara una miscela di acqua calda e detersivo delicato o sapone di Marsiglia. Usa la miscela su un panno in microfibra per pulire la poltrona. Infine, lascia asciugare aprendo le finestre della stanza (se è possibile). Ancora meglio, usa il phon per evitare la formazione di aloni.

Come pulire una poltrona in alcantara

L’alcantara è quel tessuto dalla morbidezza ammaliante, compagno perfetto per le tue serate di relax. Sembra molto delicato ma non è così difficile da pulire. Anche in questo caso puoi usare l’aspirapolvere per rimuovere gli acari. Poi, ti consigliamo di affidarti a uno straccio di cotone con acqua, senza saponi o detergenti aggressivi. Per mantenere la morbidezza del tessuto, ripassa bene con un panno asciutto e passa anche una spazzola dalle setole morbide, oppure in camoscio. Solo due precauzioni: lo straccio deve essere ben strizzato e se possibile bianco, senza stampe, che potrebbero macchiare il tuo bellissimo alcantara. Se ti stai chiedendo anche come pulire il velluto sulle poltrone, il procedimento è il medesimo!

Originariamente pubblicato