Come pulire la cappa della cucina

Scopri come pulire in modo infallibile cappa e filtri.

Aggiornato

panno per la pulizia e flacone spray sul piano di lavoro della cucina

Sarà pur vero che il lavoro nobilita l’uomo, ma quando c’è da pulire la cappa aspirante della cucina anche i meno sportivi di noi riescono facilmente a trovarsi un hobby.

Ma ahimè anche la cappa della cucina ha bisogno di revisioni periodiche. Con il tempo, infatti, il filtro si impregna di unto limitando l'efficacia dell'aspirazione: ciò produce cattivi odori e si corre il rischio di rovinare l'elettrodomestico. Armatevi di pazienza nella mano sinistra e Cif nella mano destra eseguite i nostri pratici consigli per pulire la cappa della cucina in modo veloce e pratico ed eliminare sporco e cattivi odori.

Attenzione a non rovinare l’acciaio. Per pulire la cappa in acciaio fate attenzione ed evitate l’alcool e i detergenti contenenti acido cloridrico, e le spugne abrasive o pagliette metalliche che possono graffiare la superficie.

Iniziate con la pulizia esterna della cappa

La parte esterna della cappa è quella più visibile e per evitare l’accumulo di polvere ed incrostazioni va pulita almeno una volta a settimana. La prima cosa da fare è eliminare la polvere e lo sporco superficiale con una spugnetta umida e sapone neutro liquido. Poi risciacquate e asciugate con un panno morbido. Se lo sporco persiste spruzzate uno sgrassatore come Cif Sgrassatore con Bicarbonato su tutta la superficie, lasciate agire per alcuni minuti e, non appena lo sporco comincerà a staccarsi risciacquate e asciugate. Se la vostra cappa è in acciaio potete optare per Cif Acciaio per sgrassare a fondo e rimuove anche lo sporco ostinato come calcare, macchie d'acqua e unto.

Poi lavate la griglia e sostituite il filtro

Il filtro della cappa andrebbe sostituito ogni tre mesi circa, a seconda dell’uso. Prima di procedere procuratevi un filtro nuovo e poi smontate la grigia della cappa. Toglietela ed estraete il vecchio filtro: non stupitevi! Il filtro avrà accumulato sporco e grasso e non sarà una piacevole visione. Lavate la griglia con acqua e sapone per i piatti, e se la griglia è particolarmente sporca mettetela in ammollo per mezz’ora in un contenitore con acqua calda, aceto bianco e un paio di cucchiai di bicarbonato. Poi prendete un filtro nuovo e inseritelo al posto di quello vecchio e terminate montando la griglia della cappa una volta lavata.

Come pulire le parti interne della cappa

Mentre la griglia è in ammollo e attendete di sostituire il filtro, prendete l’occasione per pulire a fondo le pareti interne della cappa. Con l’aiuto del vostro sgrassatore, spruzzatelo su tutta la superficie interna lasciando agire il prodotto per qualche minuto e vedrete lo sporco staccarsi dalle pareti della cappa. Se le incrostazioni sono più resistenti, utilizzate una paglietta saponata, sfregatela bene sullo sporco fino a farlo scomparire. Infine con un panno morbido, immerso in acqua calda, risciacquate bene tutta la superficie.

Se optate per rimedi naturali

Un’altra tecnica che potrete utilizzare per igienizzare al meglio la parte interna della cappa, consiste nel far bollire una pentola con acqua calda e aceto bianco. Quando giunta a ebollizione, accendete la cappa e lasciate evaporare la soluzione di acqua e aceto. Ricordatevi che bicarbonato e aceto bianco sono ottimi rimedi naturali anche per la pulizia della griglia.

Ed ora ricominciamo a spadellare e divertirci in cucina.

Originariamente pubblicato