muffa sui muri
Pulizia dei Pavimenti e delle Superfici

Come eliminare la muffa dai muri

La muffa sui muri non solo è brutta da vedere, ma è anche nociva per la salute. Scopri come eliminare la muffa dai muri in questo articolo.

La muffa non è solo una macchia sgradevole, ma soprattutto un ospite indesiderato, che a lungo andare può avere effetti sulla salute. Fortunatamente esistono validi rimedi per prevenirla e contrastarla: scopriteli leggendo la nostra breve guida, in cui spieghiamo passo dopo passo come togliere la muffa dai muri ed evitare che si ripresenti in futuro.

Che cos’è la muffa e come si forma?

  • La muffa è un fungo composto di spore e batteri, che crescono nutrendosi di acqua e di altre sostanze presenti nell’ambiente. Non a caso tende a riprodursi e a svilupparsi all’interno di luoghi molto umidi, caldi, bui e poco ventilati, e particolarmente soggetti alla condensazione. Anche le perdite di acqua dalle tubature all’interno o all’esterno dell’abitazione possono essere causa della formazione di muffe casalinghe, soprattutto nel bagno e nella cucina.
  • La muffa tende a espandersi rapidamente se non si interviene in modo tempestivo. A volte può essere difficile distinguere lo sporco dalla muffa; in questo caso si può smascherare facilmente la macchia “buona” da quella “cattiva” utilizzando un semplice trucco: applicate un po’ di candeggina sulla zona interessata, con l’aiuto di una spugnetta. Se la macchia rimane al suo posto, allora è solo sporco, se invece scompare nel giro di uno o due minuti, si tratta senza dubbio di muffa.

Togliere la muffa dai muri in 3 passi

La salute al primo posto: prima di procedere con le operazioni di pulizia, ricordate che la muffa può scatenare reazioni allergiche e causare problemi respiratori. Se soffrite di allergie o temete di sentirvi poco bene a causa dell’esposizione alle spore, affidatevi sempre al parere di un medico o di uno specialista. Non mescolate mai tra loro prodotti e detergenti antimuffa, per evitare imprevedibili reazioni chimiche. Inoltre, durante la pulizia, ricordatevi di proteggere il viso, gli occhi e le mani utilizzando guanti lunghi e una mascherina protettiva, e di arieggiare bene l’ambiente di lavoro.

  1. Create una soluzione composta da candeggina e acqua, in rapporto 1 a 3, o in alternativa utilizzate un detergente. Leggete con attenzione le istruzioni d’uso sulla confezione del prodotto e usate sempre guanti di gomma e mascherina.
  2. Con una spazzola o una spugnetta ruvida, strofinate sulla superficie interessata. Durante quest’operazione, cercate di non strofinare con troppa forza poiché potreste favorire la dispersione delle spore nell’ambiente.
  3. Risciacquate accuratamente e fate asciugare. Aprite le finestre per cambiare l’aria e scacciare eventuali residui di spore.

3 consigli per prevenire la formazione della muffa in casa

Avete rimosso le ultime tracce di muffa dai muri del bagno o della cucina, ma non siete ancora soddisfatti: volete sapere come fare per evitare che quest’ospite sgradito si ripresenti in futuro. Segui questi tre consigli, che vi aiuteranno a eliminare il problema alla radice e a tenere la muffa lontana da casa.

  1. Installate un deumidificatore. L’umidità è una delle cause principali della muffa, tenetela a bada disponendo un deumidificatore negli ambienti più esposti al fenomeno.
  2. Tenete le finestre aperte, quando possibile. Mantenete ben ventilate le stanze della casa più umide o soggette a episodi di condensazione (di solito il bagno e la cucina).
  3. Acquistate un detergente specifico. La formazione delle spore sui muri può essere prevenuta con l’aiuto di un prodotto adatto a trattare e prevenire le muffe. Ricordatevi di leggere attentamente le istruzioni riportate sulla confezione e di applicare questi prodotti usando sempre guanti di gomma e mascherina.

Non vi preoccupate se notate la presenza di nuove muffe dove avevate pulito in precedenza: è normale che si ripresentino. Adesso, però, sapete come agire per contrastarla ed eliminarla dagli ambienti domestici.

Cleanipedia consiglia


E fondamentale leggere con attenzione le istruzioni riportate sulla confezione del detergente antimuffa. Ricordate di utilizzare sempre guanti di gomma e mascherina protettiva durante le operazioni di pulizia, e di testare il prodotto su una piccola zona del muro prima di procedere alla sua applicazione.

Passi chiave

Per togliere la muffa dai muri

  • L’umidità è un’ottima alleata della muffa: potete prevenire questo problema posizionando un deumidificatore nei punti critici della casa.
  • Per eliminare la formazione di muffa sui muri, potete utilizzare un composto di candeggina e acqua in rapporto 1 a 3, oppure un detergente, applicandolo con l’aiuto di una spugnetta ruvida. Leggete attentamente le istruzioni sulla confezione del prodotto e utilizzate sempre guanti e mascherina.