Sin da quando ero bambina mi è sempre piaciuto aiutare mia madre con le pulizie di casa, e la cosa che amavo in particolare era il profumo del prodotto che usava per pulire e lucidare il legno. Ora che anche io sono mamma, ogni volta che pulisco i miei mobili in legno cerco sempre di coinvolgere i piccoli di casa, mi sembra quasi di viaggiare nel tempo, e per stare più tranquilla ho imparato a preparare e utilizzare solo prodotti naturali.

Il legno è un dono di madre natura

Il legno è uno dei materiali più antichi usati dall'uomo. Forse è per questo che una casa con mobili in legno ha un fascino irresistibile. Il colore del legno rende ogni casa elegante e accogliente e regala piacevoli sensazioni tattili che nessun altro materiale può dare, inoltre crea immediatamente un'aria calda e accogliente.

Il legno merita di essere trattato per quello che è: in modo naturale

Il legno è un prodotto nobile e naturale, ed è per questo che io utilizzo solo prodotti naturali. Sento che è giusto, e in realtà basta seguire poche semplici regole per mantenere il legno bello e brillante con prodotti naturali.I migliori amici dei mobili in legno sono olio d'oliva e aceto. Io normalmente riempio una tazza con 1/4 di aceto e 3/4 di olio d'oliva, e aggiungo il composto a una bacinella di acqua tiepida.

Il legno è un elemento vivente

Possiamo sicuramente dire che non esistono due pezzi di legno uguali, inoltre i mobili in legno cambieranno nel tempo, in funzione della luce solare che ricevono, dell'uso che ne fai, di come li curi, e di tanti altri fattori. Ciò significa anche che il modo in cui dovrai prenderti cura dei tuoi mobili dovrà adeguarsi di conseguenza. Per esempio, se il legno è molto delicato o ci sono molte fessure, puoi aggiungere un po’ più di acqua alla miscela con olio e aceto.

Attenzione ai graffi!

Tutti noi amiamo e rispettiamo i nostri mobili in legno, ma allo stesso tempo non possiamo controllare tutto o tutti (ho già detto che ho 2 bimbi piccoli?). Perciò, quando trovo un graffio, cerco sempre di intervenire con tecniche fai-da-te e utilizzando prodotti naturali: olio d'oliva, lucido da scarpe o burro cacao, ad esempio. I piccoli graffi superficiali possono essere risolti con un comune burrocacao, applicandolo delicatamente sulla zona interessata.

Per i legni scuri, come teak, ebano, noce o mogano, puoi usare un panno imbevuto di olio d'oliva o anche lucido da scarpe, che è la soluzione ideale per superfici in legno molto scure. Il mogano rosso, invece, può essere trattato con una normale tintura di iodio, strofinato delicatamente direttamente sul graffio.

L'arte è ovunque, ma non sul tavolo per favore!

Come dicevo ho 2 bambini, che adorano "dipingere". Possono farlo per ore, ma a volte capita che finiscano la carta, diciamo. Ecco quindi un problema da risolvere: come rimuovere i segni di pennarello dal legno? Il mio consiglio qui è quello di strofinare la parte danneggiata con un panno di cotone imbevuto in acqua salata. In tal modo i segni di pennarelli diventeranno molto meno visibili. Se necessario, utilizzare sapone di marsiglia, che ha il potere magico di rimuovere permanentemente i segni di pennarello: il mio consiglio è di distribuire sapone di marsiglia sulla parte sporca e lasciarlo lì per un'intera giornata, quindi risciacquare la parte con abbondante acqua tiepida senza sfregare troppo.

Come ultimo metodo, consiglio di preparare una miscela composta da un paio di cucchiai di bicarbonato e succo di limone, e passarla delicatamente sui segni di pennarello, per poi rimuoverla dopo circa mezz’ora con acqua tiepida.