Pulizia dei Pavimenti e delle Superfici

Aspirapolvere o Pulitore a Vapore

Se siete indecisi tra aspirapolvere o pulitore a vapore, leggete la nostra guida con i pro e i contro di ognuno per scoprire quale fa al caso vostro!

I due elettrodomestici più comuni per pulire i pavimenti di casa sono il buon vecchio aspirapolvere, usato dalla maggior parte di noi, e il pulitore a vapore. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi? In quest’articolo vi spiegheremo i pro e i contro dei due utensili per aiutarvi a capire quale fa al caso vostro.

pulire i pavimenti

Aspirapolvere 

Ci sono moltissimi tipi di aspirapolvere, con o senza borsa o fili, ma funzionano tutti in modo molto simile. Ecco i pro e i contro:

Pro:

  • Molti facili da usare, con varie testine per pulire pavimenti in legno, divani e altre superfici.
  • Puliscono in modo veloce e si possono rimettere a posto facilmente.

Contro:

  • Non puliscono le macchie sui pavimenti.
  • Alcune testine possono graffiare le superfici.
  • Se passate sui tappeti, aspirano solo la polvere “libera” e non quella intrappolata più profondamente.

Pulitore a vapore

Ne esistono vari tipi, più piccoli per le superfici della cucina o più grandi per i pavimenti e i tappeti. Se decidete di comprarne uno, vi consigliamo quelli con il serbatoio d’acqua staccabile, che quindi non ha la caldaia incorporata. Questo vuol dire che si possono ricaricare d’acqua durante l’uso e in genere consumano meno elettricità in quanto non devono ripristinare il livello di pressione ogni volta.

Pro:

  • Usano l’acqua calda e il potere del vapore per pulire macchie e tappetti senza l’uso di sostanze chimiche.
  • Spesso usano acqua di rubinetto – assicuratevi di comprare un modello che lo permette!
  • L’alta temperatura può disinfettare e pulire i tappeti più a fondo dell’aspirapolvere.

Contro:

  • Non si possono usare sui pavimenti in legno, che possono essere danneggiati dall’acqua e il calore.
  • Bisogna aspettare che l’acqua si scaldi prima dell’uso e poi che si raffreddi prima di buttarla alla fine della pulizia.
  • I pavimenti e i tappeti hanno bisogno di tempo per asciugarsi dopo la pulizia.

Pulire pavimenti con vapore offre dei notevoli vantaggi, eliminando meglio le macchie e pulendo a fondo tappeti – se ne volete sapere di più leggete la nostra guida su come usare un pulitore a vapore oppure.

Ma se non avete molto tempo per pulire, o se avete solo pavimenti in legno, l’aspirapolvere potrebbe essere una soluzione sufficiente e più veloce del pulitore, oltre che più economica grazie ai suoi consumi di energia minori.

Cleanipedia Consiglia


Per dirla nel modo più breve possibile: aspirapolvere per i pavimenti in legno, pulitore a vapore per i tappeti! Mentre l’aspirapolvere può essere usato su quasi tutte le superfici, pulire i tappeti con il vapore vi aiuterà a ottenere risultati migliori e più igienici anche se con un po’ d’impegno in più.

Punti chiave:

  • I pavimenti in legno possono deformarsi con l’umidità prodotta da un pulitore a vapore – in questi casi è meglio utilizzare un aspirapolvere.
  • I tappeti invece possono accumulare molta polvere, e le macchie possono essere difficili da togliere. Il pulitore a vapore è la scelta migliore in questo caso.
  • L’acqua riscaldata dal pulitore a vapore può raggiungere temperature bollenti – fate attenzione, leggete bene il manuale dell’elettrodomestico e usate sempre i guanti.