Pulizia dei Pavimenti e delle Superfici

Come pulire il rame

Gli oggetti in rame possono dare un tocco rustico alla casa. Per mantenerli del colore giusto, leggi la nostra guida su come pulire il rame e farlo splendere.

Negli ultimi anni, le pentole di rame sono tornate di moda. Il suo fascino è innegabile, sono belle e hanno quell’aria antica che le rende ancora più eleganti. Inoltre, il rame è un ottimo conduttore del calore, quindi perfetto per utilizzare in cucina. Se siete interessati a questo materiale caldo e poco costoso ma non sapete da dove iniziare, ecco qui qualche suggerimento.

Chi lo usa lo sa bene, questo metallo si può ossidare facilmente. A contatto con l’aria e con l’umidità, il rame non stagnato si ricopre di ossido, formando un velo verdastro o rosso scuro. Quest’ossido è semplice da rimuovere, sia con prodotti naturali, che con prodotti specifici. È importante tenere a mente che l’ossido del rame si può staccare e intaccare il vostro cibo, soprattutto se cucinate alimenti acidi come il pomodoro, il limone, l’aceto o il vino oppure cibi contenenti caseina come il latte. La Dottoressa Stefania Michelotti, laureata in Chimica Pura presso l’Università di Pisa, consiglia di mantenere le vostre pentole pulite da qualsiasi ossido ed evitare di preparare piatti che contengano alimenti acidi o latte in questo tipo di pentole.

Se vi state domandando come si pulisce il rame, continuate a leggere. Di seguito vi presentiamo tre semplici tecniche per pulire il rame con prodotti naturali.

Come fare:

  1. Imbevete un panno morbido con dell’aceto bianco.
  2. Strofinate con cura la superficie dell’oggetto da pulire.
  3. Sciacquate con abbondante acqua.
  4. Lucidate l’oggetto con un panno morbido pulito.

Se l’oggetto da pulire è molto grande o molto ossidato, potete versare l’aceto direttamente su di esso e poi strofinarlo con un panno morbido.

Pulire il rame ossidato con sale e limone 

Vi servirà:

  • Limone
  • Sale fino
  • Panno morbido

Come fare:

  1. Tagliate il limone a metà e cospargetelo con del sale fino.
  2. Strofinate il limone con il sale sul rame ossidato, vedrete come l’ossido scomparirà velocemente.
  3. Risciacquate l’oggetto di rame con abbondante acqua.
  4. Lucidate il rame con un panno morbido pulito.

Pulire il rame ossidato con il ketchup

Vi servirà:

  • Ketchup
  • Panno morbido

Come fare:

  1. Applicate un po’ di ketchup su un panno morbido. Il pomodoro e l’aceto contenuti in questa salsa elimineranno l’ossido in un batter d’occhio.
  2. Strofinate l’oggetto di rame con il ketchup.
  3. Sciacquate con abbondante acqua.
  4. Lucidate il rame con l’aiuto di un panno morbido pulito.

Se usate uno di questi metodi per pulire pentole e tegami in rame, ricordatevi di lavarli accuratamente con acqua calda e sapone per i piatti prima di usarli di nuovo.

Cleanipedia consiglia


Alcuni oggetti decorativi e gioielli in rame sono laccati con uno spray protettivo che ne previene l’oscuramento. Pulite questi oggetti usando solo acqua tiepida e sapone neutro per evitare di eliminare la lacca protettiva.

Passi chiave

Per prendersi cura del rame

  1. Spolverate i vostri oggetti in rame quotidianamente, per evitare che lo sporco si accumuli.
  2. Consultate un professionista se l’oggetto che dovete pulire è specialmente prezioso.
  3. Se preferite, potete usare prodotti specifici per pulire il rame, facilmente reperibili in commercio. Leggete attentamente le istruzioni riportate su questi prodotti e indossate guanti di gomma mentre li utilizzate.
  4. Testate sempre la tecnica che decidete di usare su una piccola area prima di applicarla su tutto l’oggetto.

Pulire il rame ossidato con l’aceto

Vi servirà:

  • Aceto bianco
  • Panno morbido