pulire l'alluminio
Pulizia dei Pavimenti e delle Superfici

Come pulire l’alluminio in casa

Se vuoi avere superfici ed utensili d’alluminio sempre splendenti, segui i nostri consigli su come pulire l’alluminio in casa.

Pulizia alluminio – cosa non fare

É vero che l’alluminio è un materiale durevole – ma non è invincibile! Bisogna prendersi cura di esso quanto con altri materiali.

Detto questo, ci sono alcune cose da evitare per facilitarne la pulizia:

  • Non mettere pentole, padelle, forchette e posate in alluminio in lavastoviglie – metodo di lavaggio di questi elettrodomestici, e i prodotti che usano, potrebbero danneggiarlo.
  • Quando pulite utensili in alluminio inoltre non dovete neanche tenerli in ammollo per molte ore – anche in questo caso, gli utensili potrebbero rovinarsi.

Come si pulisce l’alluminio in cucina

Forchette, coltelli, pentole, padelle ma anche pinze, spatole e coperchi: le cose fatte in alluminio in cucina possono essere veramente tante, ma alla fine si puliscono tutte allo stesso modo: acqua calda e un prodotto apposito. Come prima cosa, mettete ammollo tutto in acqua calda con una goccia di detergente, riempiendo padelle e pentole appena avete finito di usarle: giusto il tempo per apprezzare un pranzo o una cena fatta in casa!

Non aspettate troppo però, l’acqua calda scrosta il grasso ma a lungo andare rovina il metallo: finito il pasto, immergete le posate nell’acqua calda ed una ad una pulitele con una spugna insaponata per poi passare alla pulizia della pentola stessa, risciacquando il tutto sotto un getto di acqua tiepida. Come detto, l’acqua è nemica dell’alluminio quindi non lasciate che l’alluminio si asciughi da solo – asciugatelo con un panno di stoffa per evitare che diventi scuro.

Come lucidare l’alluminio

Chiaramente, superfici in alluminio, come piani lavoro o parti di mobili di design, non si possono risciacquare come le altre superfici. In questi casi, l’acqua rischia di danneggiare non solo l’alluminio, ma anche i materiali intorno, ad esempio un parquet o un tappeto pregiato.

Quindi come pulire l’alluminio in questi casi? Un detergente spray può fare al caso nostro da lasciare agire qualche minuto sulla superficie da pulire successivamente con due panni: il primo inumidito con acqua tiepida, ed il secondo asciutto. Alcuni consigli a riguardo:

  • Strizzate bene il panno bagnato in modo che non goccioli – deve essere umido, non grondante d’acqua.
  • Usate un panno possibilmente in microfibra che assorbe infatti tutti i liquidi, non graffia e si asciuga velocemente.
  • Sia con il primo che con il secondo panno, strofinate con movimenti circolari invece che lineari: questo diminuisce sia la presenza di aloni che la possibilità di graffiare la superficie.

Seguendo questi consigli non solo avrete delle posate e superfici pulite, ma anche splendenti quasi come specchi!

Cleanipedia Consiglia


Se si tratta di posate, pentole o padelle, puliteli subito, magari con un prodotto apposito per la pulizia dell’alluminio. Più aspettate, più si incrosta il cibo e il grasso, più difficile diventa il lavoro e più tempo vi prenderà.

Passi chave:

  • Il nemico principale dell’alluminio è l’acqua: al contrario di altri metalli, l’alluminio va asciugato subito con un panno dopo essere stato lavato.
  • Il secondo nemico è l’effetto corrosivo del cibo. Lavate utensili e padelle subito, non lasciateli a mollo fino al giorno dopo!