Pulire pentole o padelle di rame che si sono ‘scurite’ è un po’ una seccatura e può farti venire voglia di uscire e andarne a comprare di nuove. Ma non preoccuparti! Questo articolo ti mostrerà alcuni modi semplici ed efficaci per pulire il rame e mantenere la tua collezione di pentole e padelle impeccabile e splendente come fosse nuova.

Il rame è un metallo con ottime proprietà, preferito anche dai grandi cuochi per via delle sue eccellenti prestazioni, tra cui una cottura uniforme e perfetta. Per quanto riguarda l’uso domestico però, la questione è un po’ diversa. Il rame è un materiale flessibile e resiste bene alla corrosione ma, oltre ad essere abbastanza costoso, tende a perdere lucidità a contatto con gli alimenti e dunque necessita di una manutenzione più particolare rispetto alle altre pentole. Inoltre, sulla superficie della pentola si può formare un deposito di ossido di rame (il cosiddetto ‘verderame’) che è considerato tossico.

Ecco qualche rimedio naturale, pratico e molto semplice, su come pulire le pentole in rame:

  • Lavare in acqua calda e sapone per piatti (un prodotto come Svelto è perfetto per questo tipo di pulizia); lasciare le pentole in ammollo fino a quando l’acqua non si sarà raffreddata. Risciacquare bene e asciugare con cura.
  • Se acqua e sapone non portano ai risultati aspettati, per pulire le pentole di rame prova con i metodi ‘della nonna’. Prepara una soluzione di detersivo per piatti (Svelto è la scelta ideale), aceto o succo di limone, sale e acqua, poi passala delicatamente sulla superficie esterna della pentola con una spugna morbida. Infine, sciacqua con acqua tiepida e asciuga con un panno.
  • Per eliminare il verderame si può provare anche una soluzione realizzata con detersivo per piatti, ammoniaca e acido ossalico, da passare sulle macchie con l’aiuto di una spugna non abrasiva.
  • Per pulire gli intarsi delle pentole e accessori in rame, prova ad utilizzare una cipolla cruda o ad uno spicchio di limone, oppure utilizza uno spazzolino da denti imbevuto di una miscela di sale e aceto. Dopo ogni lavaggio, sciacquare bene la pentola e asciugarla con cura con un panno morbido.
  • Se agli intrugli e miscele per pulire le pentole di rame preferisci l’utilizzo di prodotti specifici per la pulizia e lucidatura del rame presenti in commercio, prova prodotti cremosi con formule idonee per questo metallo che eliminano lo sporco, l’ossido, non graffiano e non lasciano aloni.
  • Non mettere mai la pentola di rame sul fuoco senza uno strato di grasso, che sia olio o burro, sul fondo e non utilizzare mai una spugna abrasiva per rimuovere cibo o incrostazioni quando pulisci le pentole di rame.

Il rame è tornato alla ribalta nelle cucine e nel mondo dell’interior design, uno dei materiali preferiti nella realizzazione di pentole e accessori da cucina. Le pentole di rame, anche se considerate un vero lusso, fanno sicuramente bella vista in una cucina ben attrezzata. Meglio ancora se lucide e brillanti.