Come restaurare un mobile per farlo sembrare alla moda

Riciclare vecchi pezzi di arredamento è un’attività creativa e sostenibile che ti aiuta a risparmiare sui mobili di casa.

Aggiornato

come restaurare un mobile

Passi chiave:

Come restaurare un mobile:

  • Scegli un vecchio mobile di casa o acquistalo da un rigattiere;
  • Decidi che uso fare del mobile una volta restaurato;
  • Se c’è bisogno di smontarlo, tieni al sicuro i pezzi per poi rimontarlo;
  • Puliscilo bene;
  • Se ci sono dei tarli bisogna rimuoverli subito onde evitare che il mobile divenga inutilizzabile e pericoloso;
  • Togli i residui di vernice;
  • Vernicialo o usate della carta da découpage o stencil per decorarlo.

Chi non ha mai avuto in casa una vecchia credenza o una poltrona, forse una volta appartenuti ad una bisnonna o un parente non bene identificato? Prima di libertene, prova a dargli una nuova identità con l’aiuto della nostra guida al riciclo creativo dei mobili usati.

Guida facile e divertente al riciclo creativo dell’arredamento per imparare le regole base per restaurare vecchi mobili di casa e oggetti in disuso come un vero decoratore d’interni!

L’arredamento fai da te: riciclo che aiuta l’ambiente e le vostre tasche

La ristrutturazione di mobili, ma anche di oggetti in disuso che si trovano in casa e che non piacciono più, è un’attività sostenibile e divertente che sta prendendo sempre più piede.

Il riciclo creativo dei mobili usati esige però cura e attenzione e la voglia continua di migliorare la propria tecnica di restauro e la conoscenza nel settore. In questo articolo troverai le informazioni essenziali per iniziare. Il resto sta alla tua fantasia.

L’occorrente per il restauro mobili

Prima di iniziare qualsiasi lavoro di restauro fai in modo di avere già pronto tutto il materiale che ti occorre. Ecco qui una lista salva tempo:

  • Scatola degli attrezzi;
  • Una spugna per piatti;
  • Guanti di gomma;
  • Un grembiule;
  • Panno in cotone;
  • Un prodotto specifico per rimuovere la muffa,
  • Stucco per legno;
  • Ceralacca;
  • Un pennello per vernice;
  • Colla;
  • Vernice, carta decoupage o stencil per decorare.

Se ti sei ripromesso di restaurare un mobile o un oggetto pesante, ti consigliamo di farti aiutare da qualcuno sia per la parte dello smontaggio che dell’assemblaggio.

Come restaurare un mobile?

Il restauro di mobili apre le porte a un’infinità di opzioni per recuperare vecchi pezzi di arredamento e dare loro una nuova vita.

Ecco dei suggerimenti su come ristrutturare un mobile e vedere dei vecchi pezzi di arredamento sotto una luce diversa:

  1. La classica scala in legno, ora sostituita a pieno titolo da quella in plastica e metallo può diventare una bellissima libreria o un appendiabiti da ingresso. Basta smontarla e usarne solo una parte. L’altra parte potrà essere utilizzata per un secondo progetto di restauro. Puliscila bene e tappate i buchi da tarme con dello stucco. Poi dipingila del tuo colore preferito. Un bel colore brillante darà un tocco di luce a un ambiente neutro e minimalista;
  2. La vecchia credenza della nonna diventa un mobile per la camera da letto ravvivandola con un bel colore tenue, come il cipria, o ricoprendola con della carta da découpage magari con dei motivi geometrici per dargli un tocco avant-garde. Nel caso ci sia della muffa all’interno, ti consigliamo di usare un prodotto specifico da passare all’interno del mobile e dei cassetti con l’aiuto di un erogatore spray e un panno. Lascia asciugare bene all’aria dopo aver pulito e ricopri l’interno con della carta da parati;
  3. La vecchia valigia rigida di cartone la si può trasformare in un tavolino da caffè molto trendy da utilizzare in soggiorno. Se ne hai più di una e magari di misure diverse, si possono posizionare in un angolo della stanza come ornamento.
  4. Il televisore a tubo catodico? Quanti ricordi… Tuttavia, ora è riposto in cantina senza sapere che farne. Trovato! Può diventare una comoda scatola da ufficio! Basta svuotarla e pulirla a fondo con un prodotto sgrassante come Cif Sgrassatore con Bicarbonato.
  5. Una vecchia sedia in plastica o in compensato. Ti ricordi le tipiche sedie in plastica o in compensato degli anni Settanta? Con la tecnica del decoupage, potrai dare loro il benvenuto nel Ventunesimo secolo! Innanzitutto, leviga la sedia per rimuovere completamente la vecchia vernice e uniforma la superficie con una mano di vernice bianca. Una volta fatta asciugare passa alla decorazione. Qui la scelta è infinita e potrai utilizzare la carta di quotidiani, mappe, carte regalo e via dicendo. Con l’aiuto di un pennello imbevuto di colla vinilica passala bene sui fogli per farli aderire alla superficie della sedia. Per finire una mano di vernice trasparente e voilà!

Sii audace nella scelta dei colori della vernice per i tuoi mobili restaurati: un bel colore brillante darà un tocco di luce a un ambiente neutro e minimalista.

Se ci sono dei tarli nel legno bisogna agire immediatamente onde evitare che il mobile contamini il resto dell’arredamento e il parquet in legno! Come restaurare un mobile con i tarli? Prima di tutto bisogna capire se i tarli sono presenti nel legno o meno. Il buchino del tarlo è di colore nero e qualora il tarlo sia presente nel legno noterete dei granelli di polvere o della segatura in prossimità del buco. Se il tarlo non è presente, il foro può essere eliminato con una soluzione di acqua e colla vinilica da siringare nel foro un paio di volte, ed in seguito trattato con stucco e cera solida nel colore del legno.

Se invece il tarlo fosse presente, è consigliabile procedere all’acquisto di un veleno antitarlo. Una volta trattato con successo, potrai dedicarti alla lucidatura del mobile.

Il riciclo creativo dell’arredamento è trendy

Il restauro dell’arredamento si può intraprendere nel tempo libero e non solo ti farà risparmiare tanti soldi, ma donerà anche alla tua casa un aspetto super originale.

Se non hai mobili vecchi da restaurare a casa è divertente andare a visitare i mercatini dell’usato e i negozi di antiquariato dove sicuramente troverai il pezzo ideale per un nuovo progetto di restauro!

Originariamente pubblicato