Skip to content
tazza di caffè e macaron sul pavimento piastrellato blu
Pulizia dei Pavimenti e delle Superfici

Quando le fughe tra le piastrelle gridano “puliscimi!”

Ecco come pulirle senza troppo sforzo.

La settimana scorsa ho deciso di prendermi un giorno di ferie, perché avevo proprio bisogno di staccare un po’. Come sempre, ho preparato la mia giornata "libera" con una lunga lista di cose da fare, tutte “per me", ovviamente! La mia lista includeva: una passeggiata nel parco la mattina presto, seguita da una colazione in quel nuovo bar vegano con le mie riviste preferite, un incontro con una vecchia amica e molto altro. Poi è successo qualcosa: sono tornata dalla mia passeggiata e l'ho visto: lo stucco tra le piastrelle del mio pavimento. Stava chiedendo aiuto e non potevo non ascoltare il suo grido.

Cosa usare per pulire le fughe tra le piastrelle

A nessuno piace l’idea di strofinare il pavimento per pulirlo a fondo, o almeno è una cosa che a me non piace. Quindi ho trovato il mio modo di pulirlo in profondità senza troppi sforzi. Ho fatto le mie ricerche e ho scoperto che in casa avevo già tutto ciò di cui avevo bisogno, ovvero aceto, bicarbonato e un vaporetto.

Il potere sbiancante dell’aceto

Ormai è risaputo che l’aceto è una panacea per quasi tutti i piccoli problemi legati all’igiene domestica e anche in questo caso il caro vecchio aceto (bianco) non ci delude. Ci sono tanti modi per applicarlo, ma il mio preferito è quello di diluirlo in una bottiglia con spray nebulizzatore e spruzzarlo direttamente sulla parte che devo pulire. Ecco pronto un comodo rimedio che oltre ad essere veloce ed efficace, è anche ecologico al 100%. In questo caso basterà lasciare agire l’aceto, senza dover fare nient’altro.

La magia del bicarbonato

Un altro prodotto che come l’aceto può essere utilizzato in una miriade di applicazioni dove serve sbiancare è il bicarbonato di sodio. In questo caso andremo a preparare una miscela piuttosto densa di bicarbonato e acqua calda, quasi una pastella, da applicare direttamente sulle fughe. Dovremo lasciare agire il bicarbonato per una mezz’ora per poi rimuoverlo con un panno asciutto. Il risultato sarà sorprendente, e considerato che il bicarbonato è un prodotto molto economico, la soddisfazione sarà ancora più grande.

A mali estremi, il vapore

Nel caso di fughe particolarmente sporche e nel caso abbiamo in casa un vaporetto, possiamo sfruttare il potere del vapore acqueo, che oltre a togliere le incrostazioni più dure, agisce anche da disinfettante, cosa particolarmente importante se abbiamo bambini in casa. Inoltre se utilizziamo un vaporetto, il compito risulterà particolarmente facile, il che può aiutare chi di noi non può, o non ama, abbassarsi per agire sulle singole fughe. Come sempre, prima di applicare il vapore è opportuno passare l’aspirapolvere o almeno un panno umido, per togliere tutta la polvere. Certo, la soluzione con il vaporetto non è la più economica o ecologica, però a volte è l’unica possibile, ed è sicuramente molto efficace.

Cleanipedia consiglia


Ricorda sempre di utilizzare guanti di gomma, anche se usi prodotti naturali come aceto o bicarbonato. Affinché questi agiscano al meglio è necessario utilizzare acqua calda (non occorre che sia bollente), che potrebbe creare piccole irritazioni.