Se la vita è meravigliosa, è anche grazie al vetro: una stupenda invenzione risalente a circa cinque millenni prima di Cristo, senza la quale la tua esistenza domestica non sarebbe la stessa. La finestra - di vetro - ti protegge dall’esterno e le sue minacce senza privarti della luce dorata del sole, che è fondamentale per vivere. Nonostante ciò, spesso si tende a dimenticare quanto la pulizia dei vetri di porte e finestre sia importante nella nostra esistenza quotidiana.

Maniaci delle pulizie e ossessivo-compulsivi a parte, pochi pensano a pulire i vetri prima di accorgersi che qualcosa non va. Non occorre aspettare che dalle finestre di casa si veda la nebbia anche se il meteo segnala un cielo limpido come la rugiada del mattino; oppure che in pieno giorno diventi necessario accendere la luce. Esagerazioni a parte, conviene sempre adottare una routine di base per la pulizia della meravigliose superfici trasparenti della tua casa. E ci sono dei motivi molto validi per farlo.

Perché devi pulire i vetri delle finestre?

Pulire i vetri delle finestre e gli infissi regolarmente aiuta ad avere gli interni di casa più chiari e luminosi. Più il vetro è pulito e maggiore è la quantità di luce che filtra all’interno. Dalla luce, si sa, dipende anche il nostro umore e la nostra reattività mentale. Insomma, avere vetri perfettamente puliti ti fa sentire meglio! Inoltre, non solo vetri ma anche persiane e porte vanno pulite regolarmente per una corretta manutenzione.

Quanto spesso devi pulire i vetri?

I vetri esterni: generalmente ogni uno o due mesi Si tratta tuttavia di un dato indicativo perchè, a seconda della zona in cui vivi, dovrai pulire i vetri con maggiore o minore frequenza. L'inquinamento è il principale nemico dei tuoi vetri: chi abita su una strada trafficata lo sa bene. Alle emissioni dei gas di scarico si possono aggiungere “regalini” di madre natura quali pollini, venti forti che sollevano polvere e altre particelle, piogge frequenti e così via. Vivi al mare? La salsedine fa benissimo alla pelle ma sporca i vetri. insomma, usa il buon senso e regola la frequenza in base alle condizioni ambientali.

I vetri interni: generalmente ogni 4 mesi Per fortuna, di solito i vetri interni si sporcano meno di quelli esterni, ma anche questo è un dato indicativo. Se hai una cucina molto piccola con i fornelli vicino alla finestra, dovrai sicuramente raddoppiare la frequenza sopra indicata. I vetri dei bagni, dove possono formarsi aloni e condense dovuti al vapore, richiedono anch’essi una pulizia più frequente. Se hai bambini o animali domestici, le loro ditate o zampate possono sporcare i vetri.

Quanto spesso pulire gli infissi?

Generalmente: un paio di volte all’anno Dopo aver pulito bene i vetri delle finestre, non dimenticare il resto. Ci sono le tapparelle che si srotolano, le imposte che si chiudono e così via… . Insomma, qualunque sia l’infisso, anch’esso va pulito. Non per estetica ma per una corretta manutenzione. Se si puliscono regolarmente, gli infissi durano di più. Se vivi in una zona molto inquinata, vale lo stesso suggerimento del punto precedente: riduci la pigrizia e aumenta la frequenza della pulizia.