pulire piastrelle in ceramica
Pulizia dei Pavimenti e delle Superfici

Come pulire le piastrelle del bagno in ceramica

Pulire piastrelle in ceramica richiede una particolare attenzione, ma ne vale la pena! Leggi la nostra guida su come pulire le piastrelle del bagno e non solo.

A prima vista può sembrare una delle attività domestiche più ardue, ma con i nostri consigli su come pulire le piastrelle del bagno e non solo, rimuovendo ogni macchia, sarà un gioco da ragazzi. Questo tipo di piastrelle dona un aspetto ancora più gradevole ad ambienti quali cucina e bagno, ma è più delicato rispetto ad altri tipi di superfici e necessita pertanto di un trattamento più attento. I nostri consigli su come pulire la ceramica e sulla manutenzione delle piastrelle vi aiuteranno a tenere sotto controllo le macchie e a fare in modo che le vostre piastrelle durino ancora più a lungo, conservando la lucentezza originaria.

Consigli su come pulire piastrelle di ceramica smaltata

Le piastrelle di ceramica si suddividono in due tipologie: smaltate e non smaltate. La prima viene trattata per consentire la formazione di uno strato di vetro superficiale, conferendo alla piastrella un aspetto liscio, durevole e resistente alle macchie. Una leggera pulizia sarà comunque necessaria per evitare l’accumulo di sporcizia. Ciò è vero soprattutto per i pavimenti, in cui lo sporco può compromettere la lucentezza della superficie, e nella doccia, dove l’accumulo di sapone può diventare quasi impossibile da rimuovere se non viene eliminato tempestivamente.

  1. La prima cosa da fare per pulire le piastrelle in ceramica è spazzolarle o strofinarle per rimuovere eventuali residui di sporco che potrebbero graffiare la finitura.
  2. Preparate una soluzione delicata di Cif per la pulizia dei pavimenti e acqua.
  3. Pulite il pavimento con un mocio imbevuto nella soluzione, aiutandovi con un panno morbido per affrontare i punti più ardui (se necessario). I moci con strisce di tessuto o microfibra sono preferibili a quelli di spugna.
  4. Per pulire le fughe delle piastrelle utilizzate una piccola spazzola. Proprio in quest’area si accumula la maggior parte della sporcizia ed è facile danneggiarla se si tenta di pulirla con l’ausilio di una spazzola troppo rigida. Per pulire le fughe delle piastrelle è meglio utilizzare un vecchio spazzolino da denti!
  5. A questo punto, risciacquate il pavimento solo con acqua calda.
  6. Se volete, potete anche lucidare le piastrelle con uno straccio pulito per un risultato ancora più efficace!

Per la pulizia di pareti in ceramica, seguite la stessa procedura utilizzando però un panno o una spugnetta non metallica invece del mocio.

Consigli su come pulire piastrelle di ceramica non smaltata

Pulire piastrelle in ceramica non smaltata è più difficile, poiché sono prive dello strato di vetro protettivo. La superficie porosa delle piastrelle intrappola le impurità in maniera molto più efficace rispetto alle controparti smaltate, oltre a non offrire alcuna resistenza contro le macchie. In secondo luogo, la vulnerabilità della terracotta non rifinita limita il grado di efficacia e la tipologia di detergente che è possibile usare per pulire le piastrelle di ceramica, rendendo ancora più difficoltosa la rimozione delle macchie. Anche in questo caso, Cif è il prodotto ideale (attenti però a seguire le indicazioni riportate sull’etichetta).

Inoltre, se vi accorgete di dedicare troppo tempo alla pulizia delle piastrelle di ceramica, potrebbe essere meglio sigillarle. In questo modo si accrescerà la durata e la resistenza alle macchie delle piastrelle, anche se non basterà a eliminare del tutto la necessità di pulirle. Le piastrelle dovrebbero essere risigillate periodicamente (circa una o due volte l’anno).

Come pulire le fughe delle piastrelle in ceramica

E come pulire le fughe dei pavimenti in ceramica e quelle delle piastrelle in ceramica? Le fughe tengono insieme le piastrelle, ma sfortunatamente sono perfette anche per accumulare umidità, macchie e sporcizia. Anche se si presta estrema attenzione nella pulizia delle piastrelle, vi accorgerete che le fughe, un tempo bianche e immacolate, presto diventeranno grigie e opache.

Prima ancora di preoccuparci di come pulire le fughe delle piastrelle, la prima cosa da fare è provvedere a sigillarle (i piastrellisti tendono spesso a sigillare piastrelle e fughe contemporaneamente). Evitate di ricorrere a sigillature in silicone che si estendono sulla superficie della piastrella, poiché ciò potrebbe rovinare la finitura lucida e inoltre spesso tende a staccarsi a chiazze.

Se le fughe sono già sporche, niente panico. I prodotti per pulire le fughe delle piastrelle sono facilmente reperibili in commercio e possono aiutarvi a ripristinare parte del colore originale.

Cleanipedia consiglia


Sappiamo che alcuni siti Web consigliano l’utilizzo di aceto o simili sostanze per la pulizia di piastrelle di ceramica. Secondo noi, però, questi agenti a base di acido possono compromettere la lucentezza che caratterizza questo materiale. Per evitare possibili danni nel pulire piastrelle, ceramica e fughe, consigliamo di adoperare detergenti neutri o alcalini come Cif, un prodotto efficace nella pulizia della ceramica ma delicato sulle piastrelle.