Cucinare è una delle mie passioni ma ahimè a volte il tempo scarseggia. Specialmente alla sera, dopo una giornata alla rincorsa di figli, lavoro, animali domestici e commissioni, avere tempo per cucinare una buona cena non è sempre facile. Devo dire però che l’opzione del forno spesso mi aiuta. Utilizzando pesce, carne o verdure come ingredienti principali e mettendole in forno a grigliare per 30 minuti - mentre faccio un bagnetto ai bambini ed accendo la lavatrice - si rivela a volte la mia unica speranza per proporre alla famiglia un pasto completo, bilanciato, sano e gustoso. Senza dovere trascorrere ore ai fornelli o ancor peggio ricorrere ai sughi pronti o a piatti precotti surgelati.

Anche quando si hanno amici a cena, optare per il forno è sempre una buona scelta per non sacrificare tempo e chiacchiere con i nostri ospiti. Utilizzando il forno ogni settimana mi rendo conto che una pulizia costante è fondamentale per evitare incrostazioni che con il passare del tempo potrebbero diventare difficili da rimuovere.

Ma come pulire il forno in modo naturale senza dovere optare per schiume o prodotti chimici?

Un tempo le nostre nonne non utilizzavano particolari prodotti chimici per la pulizia del forno. I migliori ingredienti sgrassatori per forno, che spesso sono contenuti anche nei prodotti industriali, sono infatti di uso comune: aceto, bicarbonato, sale grosso oppure il limone. Questi ingredientisono capaci di avere un’azione sgrassante potente, oltre ad essere ecologici e biodegradabili.

Ecco qui alcuni consigli utili su come applicarli per mantenere lontane le incrostazioni.

Il bicarbonato e il sale grosso

Unisci in una tazza il bicarbonato, il sale grosso e l’acqua (o l’aceto di vino). In questo modo riesci ad ottenere uno dei migliori metodi naturali per pulire il tuo forno in pochi minuti. Innanzitutto mescola bene il sale ed il bicarbonato e poi si aggiungi dell’acqua fino ad ottenere un composto cremoso. Disponi su tutta la superficie all’interno del forno con un panno e lasciaagire per almeno un’ora. Risciacqua e vedrai che bel risultato! Mi raccomando: mai usare spugne abrasive e pagliette metalliche per rimuovere le incrostazioni, meglio un panno in microfibra o una spugna morbida.

L’acqua e il limone

Un’ alternativa naturale per la pulizia del forno è una soluzione a base di acqua e limone. Prendi una teglia da forno – idealmente con bordi alti – e aggiungi un dito di acqua con il succo di tre limoni. Lascia evaporare in forno a una temperatura di 180°C per 30 minuti.L’acqua si andrà ad attaccare allo sporco incrostato, rendendolo morbido e facile da rimuovere. Il forno risulterà non solo pulito ma anche profumato.

L’ aceto

Pulire il forno con l’aceto è una delle tecniche più classiche fra i rimedi naturali per pulire il forno. La pulizia in questo caso si esegue mettendo a scaldare poca acqua con l’aggiunta di un bicchiere di aceto di vino. Quando l’acqua bolle, trasferite in una teglia nel forno preriscaldato a 150°C. Dopo 15 minuti la sostanza sarà in parte evaporata e sarà andata ad ammorbidire le incrostazioni. Successivamente, spegnete il forno e vedrete che saranno facilmente rimovibili con un panno bagnato con la medesima soluzione.

La Coca Cola

Sapete che anche la Coca Cola può funzionare per risolvere problemi di incrostazioni? La Coca-Cola infatti contiene acido fosforico che funziona nel rimuovere grasso ed incrostazioni specialmente dalle teglie da forno o dalle pentole. Basterà mettere la teglia in forno, coprirne il fondo con della Coca Cola escaldare per pochi minuti a temperatura massima. Nel caso delle pentole portare la Coca Cola ad ebollizione e poi rimuovere le incrostazioni dal fondo della pentola. Non è un rimedio naturale ma nel caso sia l’unico prodotto disponibile in casa, vale la pena provarlo.