Come pulire le pentole bruciate

Non perdere tempo a scrostare quella pentola bruciata e segui i nostri consigli su come pulire una pentola bruciata o da cibo incrostato e macchie di unto.

Aggiornato 30 ottobre 2018

pulire le pentole bruciate

Una pentola bruciata non è solo una prerogativa dei cuochi in erba ma capita anche ai più esperti in cucina. A volte basta una piccola distrazione mentre la pasta è in cottura ed ecco che torna utile sapere come togliere il bruciato dalla pentola. Molti non vedono altra soluzione che buttare via la pentola bruciata e comprarne una nuova, ma ne vale davvero la pena? Queste persone probabilmente non sanno come pulire le pentole bruciate (siano esse di acciaio inossidabile o altro) pensando sia un’operazione impossibile, ma in realtà è molto semplice. I nostri suggerimenti vi permetteranno di ottenere pentole talmente scintillanti da mascherare alla perfezione il vostro precedente disastro ai fornelli.

Riempire d’acqua una pentola bruciata aiuta ad ammorbidire ed eliminare le macchie, specie con l’aiuto di un prodotto come Cif Crema, con una formulazione adatta a rimuovere il grasso e i residui di cibo senza strofinare. Se non sapete come togliere il bruciato dalle pentole, seguite i nostri consigli ma non dimenticate di controllare preventivamente le istruzioni del produttore, perché alcuni materiali potrebbero richiedere un trattamento specializzato.

Come pulire le pentole bruciate

Passo 1: riempite la pentola bruciata con acqua

Ancor prima di armarsi di spugna e partire all’attacco dei residui di bruciato, è consigliabile riempire la pentola bruciata con acqua calda. Per farlo, potete semplicemente far bollire dell’acqua e versarla con cura nella pentola fino a coprire l’area problematica. Se utilizzate un bollitore elettrico, potrebbe essere necessario riempirlo due volte se l’area bruciata interessa anche le estremità superiori della pentola. Riempire la pentola d’acqua non eliminerà di per sé i residui di bruciato, ma è comunque utile per ammorbidire le macchie e staccare i pezzi di cibo appiccicati sul fondo. Una volta trascorso un po’ di tempo, potrete svuotare la pentola e rimuovere gli eventuali residui alimentari, facilitando in questo modo le successive operazioni di pulizia. È possibile versare anche un po’ di detersivo per piatti nell’acqua. Lasciate riposare la pentola per almeno un’ora o anche per tutta la notte.

Passo 2: utilizzate i prodotti giusti

Pulire una pentola bruciata risulta molto più semplice se si utilizza un detergente di qualità, come

Cif Crema o buon detersivo per piatti. Ricordatevi di seguire le istruzioni riportate sull’etichetta. Se avete già lasciato la pentola bruciata con dell’acqua calda, vi accorgerete che eliminare i residui di cibo bruciato è ora molto più semplice.

Passo 3: applicate una speciale pasta detergente sulle macchie più ardue

Se è vero che il passo 2 può bastare a eliminare la maggior parte delle macchie, è possibile che alcune resistano. Il bicarbonato di sodio si rivela per l’ennesima volta fondamentale alleato per le pulizie più difficili, proprio come togliere il bruciato dalle pentole! Mescolate bicarbonato di sodio e acqua fredda per ottenere una pasta.  Aggiungete l’acqua gradualmente fino a ottenere un composto denso e granuloso (facendo attenzione a non farlo diventare troppo liquido). A questo punto, per pulire la pentola bruciata, applicate la pasta sui residui di bruciato e lasciate agire per un’ora o due. Il bicarbonato di sodio ha una straordinaria azione detergente che vi aiuterà ad eliminare con facilità anche le macchie che a prima vista sembrano impossibili da rimuovere.

Passo 4: pulite e strofinate le aree interessate

C’è una cosa molto importante da tenere a mente quando si cerca di eliminare i residui di bruciato da una padella o da una pentola bruciata: mai utilizzare pagliette di acciaio o spugne abrasive. Anzi, meglio evitare proprio di pronunciare la parola “paglietta” vicino a una pentola in acciaio inossidabile… guai se vi dovesse sentire! Quando pensate a come togliere il bruciato dalla pentola, le pagliette sono il nemico numero uno dell’acciaio inossidabile di qualità. Quindi, per strofinare la pasta di bicarbonato dalla superficie bruciata, molto meglio ricorrere a una spugnetta o a un panno morbido. Non dimenticate che il bicarbonato è anch’esso una sostanza leggermente abrasiva, quindi meglio non rischiare di rovinare ulteriormente il metallo. Le pagliette di acciaio possono essere indicate per pentole di altro tipo o per le pentole già vecchiotte che abbiano pressoché già esaurito la loro vita utile. Per Pulire una pentola bruciata, strofinare è un metodo sicuramente più rapido per eliminare completamente le macchie, ma un’azione più delicata aiuta a salvaguardare la qualità dell’acciaio.

Passo 5: lavate la pentola normalmente

Ed ecco che vi abbiamo svelato tutti i trucchi su come togliere il bruciato dalle pentole in modo efficace. Non resta che aggiungere un ultimo accorgimento: lavate la pentola normalmente. Mettetela pure in lavastoviglie se è indicata per questo tipo di lavaggio. Quest’ultimo passaggio serve solo a fare sparire del tutto anche i residui più piccoli.

  • Indossate dei guanti di gomma per proteggere le mani durante la pulizia della pentola bruciata o della padella.
  • Riempite la pentola con acqua calda per favorire la rimozione dei residui di cibo.
  • Meglio non utilizzare mai pagliette in acciaio o spugne abrasive per strofinare le pentole in acciaio inossidabile per non rischiare di rovinare il metallo.
  • Originariamente pubblicato 12 ottobre 2018