3 prodotti ecologici di cui non potrete piu’ fare meno

Rimedi naturali per le pulizie che non avevate mai considerato

Aggiornato

Tavolo con appoggiati mezzo limone, vaso di bicarbonato di socio e strofinacci

Gli amanti dei rimedi naturali per la pulizia della casa conoscono perfettamente i poteri detergenti ed igienizzanti di prodotti ecologici di uso comune come l’aceto bianco, il succo di limone, il sale o il bicarbonato di sodio.

In realtà esistono molti altri prodotti di uso comune che possono essere utilizzati come rimedi naturali per pulire. Per esempio, lo sapevate che il dentifricio per i denti è ottimo per lucidare l’argenteria, togliere le macchie di bruciato dal ferro da stiro e lucidare le piastrelle o i vetri di casa?

In questo articolo vi sveliamo tre rimedi naturali che non vengono normalmenti usati per svolgere le faccende domestiche.

Il Ketchup ed il tabasco hanno proprietà antiossidanti e sono estremamente efficaci per togliere le macchie nere da pentole in rame e ottone. Il Ketchup può’ anche essere usato per eliminare la ruggine dalle superfici in ghisa

Spugna naturale di luffa

Siamo talmente abituati ad usare le spugne con un lato abrasivo per lavare i piatti che molti di noi non hanno mai considerato altre opzioni. Ma per chi è alla ricerca di prodotti ecologici per la pulizia è bene sapere che le normali spugne per i piatti contengono plastica non biodegradabile, e spesso vengono vendute in confezioni non riciclabili. Quindi tutte le volte che cambiamo la spugna per i piatti (in media una volta al mese), andiamo ad incidere sul nostro carbon footprint.

La spugna vegetale di luffa invece, è naturale al 100% biodegradabile e ipoallergenica. La luffa è una pianta appartenente alla famiglia delle cucurbitacee, la cui zucca viene raccolta e lasciata seccare. La luffa essiccata si trova in commercio intera o tagliata a rotelle, quando è asciutta è dura e ruvida, ma basta bagnarla per renderla soffice e malleabile. I pori naturali della spugna creano una buona schiuma con il detersivo e il suo effetto leggermente abrasivo è ideale per lavare piatti, pentole, posate e persino i bicchieri.

Acqua ossigenata

Il perossido di idrogeno, comunemente conosciuto come acqua ossigenata è presente in ogni casa, normalmente la si usa per disinfettare le ferite sulla pelle. Pochi sanno che l'acqua ossigenata a bassi volumi (10 - 12) è completamente biodegradabile, non inquinante e oltre a disinfettare la ferrite può essere usata anche come rimedio naturale per pulire la casa. Vediamo quali sono gli impieghi alternativi dell’acqua ossigenata

Per rimuovere i batteri e i pesticidi dalla frutta. Immergete la frutta in una ciotola contenente acqua con l’aggiunta di acqua ossigenata.

  • Per rimuovere i batteri e i pesticidi dalla frutta. Immergete la frutta in una ciotola contenente acqua con l’aggiunta di acqua ossigenata.
  • Versate due bicchieri di acqua ossigenata nel wc, lasciate agire per un paio d’ore poi strofinate con lo scopino del bagno. Oltre ad aver igienizzato il water avrete anche eliminato le macchie dalle superfici.
  • Per sbiancare ed eliminare le macchie dai vestiti, aggiungete un bicchiere di acqua ossigenata al ciclo della lavatrice.
  • Usate l’acqua ossigenata per disinfettare coltelli, taglieri e le superfici della cucina. Prima di utilizzare il perossido di idrogeno per pulire la cucina fate un test su un angolo nascosto.
  • Versate dell'acqua ossigenata nel bicchiere porta spazzolini da denti, capovolgete gli spazzolini a testa in giù, lasciate agire per trenta minuti e risciacquate. Gli spazzolini saranno disinfettati e sbiancati.

Le noci lavatutto

Le noci lavatutto sono un prodotto ecologico disponibile nei negozi solidali o biologici, nelle erboristerie e online. Quelle che comunemente chiamiamo “noci lavatutto” in realtà sono i frutti del Sapindus mukorossi, pianta originaria dell’Himalaya. Queste bacche contengono un agente chiamato saponina che si attiva con l’acqua calda e può essere sostituito ai comuni detergenti chimici usati per lavare il bucato. L’azione detergente della saponina combinata con l’acqua calda penetra nelle fibre dei tessuti rimuovendo macchie e sporco e regalando morbidezza agli indumenti. Le noci sono indicate anche per lavaggi delicati.

Ma come si usano le noci lavatutto? Mette sette o otto noci in un sacchetto, chiudete con un nodo ed inseritelo nella lavatrice, per attivare l’agente detergente bisogna impostare il lavaggio ad un minimo di 30°C, il risciacquo invece deve essere fatto a freddo. Le noci possono essere utilizzate due o tre volte prima di essere gettate nel bidone della raccolta organica, per mantenerle in ottimo stato fatele asciugare all’aria aperta fra un lavaggio e l’altro. Le noci lavatutto sono inodore quindi se volete avere la biancheria profumata aggiungete qualche goccia del vostro olio essenziale preferito durante il lavaggio, per potenziare l’azione sbiancante invece, utilizzate uno sbiancante eco compatibile e non inquinante come il percarbonato di sodio.

Originariamente pubblicato