Come mantenere il caldo in casa in inverno riducendo l’impatto ambientale

Ecco come riscaldare la casa risparmiando energia e denaro

Aggiornato

legna sotto il camino

L’autunno è ormai cominciato: i viali che si tingono di colori autunnali e il rumore delle foglie secche sotto i piedi fanno venire voglia di accoccolarsi sul divano con un tè caldo a leggere un libro. L’immagine perfetta per una domenica di pioggia o addirittura neve! L’inverno arriva senza farsi annunciare, perchè quindi non prendersi con anticipo e mettere in atto dei trucchi per rendere la propria casa confortevole e a prova di freddo? Se durante i mesi invernali volete risparmiare sul riscaldamento, è fondamentale isolare gli ambienti della casa il più possibile per mantenere la temperatura costante. Non soltanto risparmierete sulle bollette, ma soprattutto aiuterete il pianeta riducendo le emissioni di CO2! Seguite questi consigli e sarete pronti per marciare insieme a Greta e unirvi al gruppo ormai sempre più numeroso di coloro che vogliono fare il possibile - anche nel loro piccolo - per salvare il nostro meraviglioso pianeta.

Anche se la vostra casa non gode di un isolamento esterno appropriato esistono dei metodi per ovviare alla perdita di calore e risparmiare sul riscaldamento usando buoni infissi, tende e tappeti e un po’ di buon senso!

1. Come risparmiare sul riscaldamento con tappeti, tende, serrande e scuri

La soluzione ideale è naturalmente avere tutti i muri esterni propriamente isolati. Per chi vive in un appartamento, soprattutto se in affitto, non è sempre possibile prendere provvedimenti in questo senso: se è vero che i costi talvolta elevati di un’operazione simile si giustificano con un risparmio annuale significativo sulle spese per il riscaldamento, non è sempre possibile attuare un cambiamento così importante quando si è in affitto.

Che i vostri muri siano isolanti o meno, esistono piccoli trucchi per limitare le perdite di calore:

  1. Chiudete tende, imposte o tapparelle dopo il tramonto. Se avete la fortuna di avere almeno un lato della casa esposto al sole durante il giorno, chiudete almeno le tende una volta che il sole è tramontato o si è spostato.
  2. I tappeti sono un ottimo modo per isolare i pavimenti e sono particolarmente piacevoli in inverno se avete pavimenti in pietra o piastrelle (freddissimi in inverno).
  3. Infine se volete investire e isolare i muri, è possibile isolarli anche dall’interno - se non esistono altre soluzioni - con dei pannelli montati sulle pareti e rivestiti di materiali come lana di vetro, sughero, polistirolo, etc.

2. Risparmio energetico in casa sul riscaldamento con timer e termostato

Se avete controllo sul riscaldamento centralizzato e non vivete ad esempio in un condominio, installate il timer per avere ad esempio il riscaldamento spento o abbassato alla temperatura minima durante la notte. Non soltanto è più salutare ed eviterete di sudare sotto il piumone invernale ma risparmierete molta energia che non viene effettivamente utilizzata quando si è sotto le coperte.

Se non avete controllo sul riscaldamento centralizzato è consigliabile montare dei termostati su ogni termosifone in modo da regolare la temperatura nelle stanze. Ricordatevi che basarsi sulla propria percezione di caldo e freddo può essere dannoso e portarci ad alzare ed abbassare i termosifoni costantemente andando così ad utilizzare ancora più energia. In ogni caso tenete un termometro in casa: la temperatura ideale è intorno ai 21 gradi, se avete freddo per essere stati per esempio a lungo fermi la soluzione più semplice ed economica è indossare qualche indumento più pesante!

3. Lasciar circolare il calore e non bloccare le fonti di calore

Specialmente per chi riscalda gli ambienti con una stufa elettrica o a gas è importante non bloccare le fonti di calore con mobili - ad esempio posizionando il divano proprio davanti per scaldarsi i piedi. Fate circolare l’aria calda per la stanza o la casa in modo che si distribuisca bene all’interno dell’ambiente.

4. Utilizzare pannelli riflettenti per i termosifoni

È possibile acquistare dei pannelli da posizionare dietro i termosifoni (tra il termosifone e il muro per intenderci) ma è anche molto facile costruirli da sé con cartone ondulato e alluminio. I pannelli fanno in modo che il calore non venga assorbito dal muro ma venga invece riflesso e distribuito nella stanza.

5. Ottimizzare l’isolamento in casa e bloccare gli spifferi

Tutte le finestre dovrebbero ormai avere i doppi vetri, ottimi per bloccare non solo il freddo (e il caldo) ma anche i rumori. Fate anche attenzione agli spifferi. Se le finestre non sono nuove e non sono state isolate al momento della montatura, potete comprare delle rifiniture in gomma da montare da soli. Anche i classici paraspifferi sempre presenti nelle case dei nonni sono una soluzione che può sembrare banale ma fa invece una grossa differenza.

6. Aggiornare e far controllare regolarmente il boiler

Se il il boiler che avete in casa ha più di dieci anni è consigliabile sostituirlo. La nuova generazione di boiler non soltanto è molto più sicura ma offre anche un risparmio energetico elevato rispetto agli apparecchi più datati. Fate inoltre controllare il boiler regolarmente (ogni 12 mesi, giusto prima dell’inverno) per assicurarvi che funzioni correttamente.

7. Fare buon uso del calore proveniente dalla cucina

Nelle case dove si utilizza regolarmente la cucina, non è quasi necessario avere il riscaldamento acceso, o perlomeno non alla stessa temperatura di altre stanze. Se avete il riscaldamento centralizzato provate ad abbassare di qualche grado quando cucinate, in particolare se utilizzate il forno. Se avete una cucina abbastanza grande perchè non pranzare o cenare in cucina invece che nella sala da pranzo e godere del calore del forno?

Originariamente pubblicato