L'estate è tempo di raccolta. Frutta e verdura sono pronte per essere portate in tavola ma animali selvatici e visitatori indesiderati possono rovinare il raccolto che è stato pazientemente curato da chi, come me, ama il giardinaggio e la coltivazione dell'orto.

In campagna, dove sono nata, quasi tutte le case dedicano uno spazio alla coltivazione di verdure, ortaggi e alberi da frutto. La voglia di mangiare sano, la moda del biologico e lo spopolare del concetto di Chilometro zero hanno incentivato anche il fiorire di tanti orti cittadini. Io per esempio mi sono sistemata vasetti di erbe aromatiche e piantine di pomodori sul balcone di casa, mi piace l'idea di aggiungere qualche foglia di basilico fresco al sugo della pasta, insaporire le carni con il rosmarino o preparare una bevanda rinfrescante a base di foglie di menta.

Purtroppo, sia in campagna che in città, visitatori indesiderati come piccioni, insetti, lumache e talpe possono rovinare il nostro raccolto. Qui di seguito vi indico alcuni consigli pratici ed economici per risolvere i problemi più comuni.


Come tenere lontano i piccioni dal proprio balcone

L'uccello più temuto per chi vive nei centri urbani, ed ha allestito un piccolo orticello sul balcone di casa, è sicuramente il piccione. Ho imparato a mie spese che i piccioni hanno un carattere sfrontato e non si fanno facilmente intimidire dalla presenza dell'uomo.
Il modo migliore per tenere lontano i piccioni dal balcone è quello di installare spuntoni metallici su tetti e cornicioni, coprire le piante con una rete o avvalersi di rimedi naturali come l'utilizzo delle spezie, i piccioni detestano l'odore del pepe, del peperoncino e della cannella. Inoltre, come ben sappiamo i piccioni mangiano di tutto, per cui è bene non lasciare sul terrazzo residui di cibo, brecciole o ciotole per animali domestici che attrarrebbero sicuramente la loro presenza.
Qui potete trovare una guida completa su Come eliminare i piccioni: metodi semplici, efficaci ed etici.

Quando il piccione non è l'unica minaccia che viene dal cielo

Se i piccioni sono l'incubo di chi vive in città, gazze e cornacchie rappresentano invece il pericolo principale per chi coltiva un orticello in campagna.
Il metodo più efficace e romantico per tenere lontani i volatili dalle proprie piantine è quello di issare il tradizionale Spaventapasseri. Scatenate la vostra fantasia e ornate il pupazzo con dissuasori visivi e acustici come elementi che riflettono la luce, fili metallici che si muovono col vento e fanno rumore o girandole colorate.

Come comportarsi con animali selvatici, lumache ed insetti

A casa nostra, in estate, è tradizione far bollire pentoloni di conserve, sughi, marmellate e confetture da preservare in vasetti sotto vuoto e consumare nei mesi invernali. Il trucco per fare ottime conserve è quello di raccogliere i frutti quando sono ben maturi, pertanto serve proteggere l'orto da animali selvatici che potrebbero recare danno al raccolto.

  • Animali selvatici: Issare uno steccato è utile per tenere lontano bestie di media e grossa taglia come cani randagi, caprioli e cinghiali.
  • Lumache: Le lumache sono ghiotte di germogli e piantine dalle foglie tenere. Per tenerle lontane dalle coltivazioni si può creare una barriera di prodotti naturali con azione disidratante come sale, fondi di caffè, cenere, sabbia o segatura.
  • Insetti e pidocchi: per sbarazzarvi degli insetti in modo naturale spruzzare sulle piante un macerato d'aglio diluito con acqua. Spicchi d'aglio possono anche essere inseriti fra i rami o nel terreno per tenere lontani i fastidiosissimi pidocchi.
  • Formiche: per dissuadere le formiche consiglio di cospargere il balcone o il terriccio con la polvere di peperoncino. Anche le erbe aromatiche sono dei repellenti per le formiche che non amano gli aromi forti.
  • Talpe: tutti conosciamo l'idioma popolare 'essere cieco come una talpa', quindi il modo migliore per evitare le buche delle talpe in giardino è quello di fabbricare deterrenti acustici.

Cosa fare se il pericolo viene dai nostri adorati animali domestici

Per evitare che i gatti facciano i loro bisogni sui vasi del balcone o che usino l'orto come terreno di gioco, si possono usare dei repellenti naturali come succo di limone, fondi di caffè, scorze di agrumi o zenzero, tutti questi elementi hanno un aroma detestato dai gatti.
Molti fiori tipici dell'estate come la lavanda ed il timo esalano odori odiati dai gatti, un ottima idea pertanto è quella di decorare giardini e orti con piante dai fiori profumati.
Per tenere lontani i cani invece basta creare dei recinti o delle gabbie attorno all'orto. I cani sono molto meno agili e sinuosi dei gatti, e se la barriera e' fatta bene, difficilmente riusciranno a danneggiare le vostre piantine.