Come ridurre la plastica nelle pulizie domestiche

Consigli su come eliminare la plastica nelle pulizie domestiche.

Aggiornato

spazzole di legno in vaso di vetro

Il problema dell’inquinamento ambientale sta a cuore a moltissimi di noi e nonostante facciamo del nostro meglio per ridurre l’utilizzo della plastica ogni giorno e optiamo per soluzioni plastic free i nostri bidoni per la raccolta differenziata sono sempre colmi di plastica che purtroppo finisce nell’ambiente e in molti casi è difficile da riciclare. Recentemente abbiamo visitato alcuni amici ad Oxford in Inghilterra e siamo stati piacevolmente stupiti durante una visita ad un supermercato locale dalle iniziative in atto nella grande distribuzione per testare soluzioni alternative ai contenitori di plastica. In questo supermercato infatti si poteva comprare di tutto ma sfuso, senza la necessità di bottiglie, contenitori o sacchetti in plastica. Dai detersivi, ai cereali, alla frutta e verdura, tutto era essenzialmente plastic free. Iniziative di questo tipo potrebbero non solo incentivare ma anche aiutare noi consumatori a cambiare i comportamenti di acquisto e insieme raggiungere un impatto maggiore.

Fare la spesa con borse riciclabili ed evitare l’uso di cannucce di plastica sono ormai gesti di consuetudine per molti di noi, ma ahimè quando si tratta delle pulizie della casa molto spesso ci dimentichiamo o non sappiamo quali sono i modi migliori per ridurre la plastica in casa.

Leggete i nostri consigli su come iniziare a trasformare le pulizie domestiche plastic free.

In ambito di pulizia della casa è bene preferire stracci, pezze e spazzole fatte con materiali sostenibili, come noce di cocco o varie fibre vegetali: costano di più, ma durano anche molto più a lungo

Acquistate detersivi sfusi

Se il vostro supermercato ha una linea di prodotti sfusi per l’igiene della casa o della persona, provatelo durante la vostra prossima visita. O per lo meno controllate se offre questa opzione. Potrete portarvi dei contenitori vuoti da casa, da riempire quando ne avete bisogno.

Utilizzate la barra di sapone

Se volete eliminare la plastica, la barra di sapone, o il sapone solido è essenziale non solo in bagno ma anche in lavanderia. Anziché comprare detergenti in plastica, utilizzate se possibile un sapone in barra. Questo vale sia per I prodotti per il bucato (la barra di sapone di Marsiglia per intenderci) ma anche semplicemente un sapone per le mani che tenete sul lavandino di casa.

Non comprate detersivi inutili

Non comprate ciò di cui non avete bisogno e optate per detergenti multiuso con cui potrete pulire diversi tipi di superfici in casa: dalle piastrelle del bagno alle superfici della cucina, dai pavimenti alle porte e finestre. In questo modo minimizzate il numero di contenitori plastici in casa.

Optate per detergenti naturali

Ricordatevi che anche l’autoproduzione è un ottimo modo di risparmiare e avere rispetto per l’ambiente. Il bicarbonato di soda, l’aceto bianco ed il succo di limone sono alternative naturali incredibilmente efficaci per le pulizie di casa. Anziché’ comprare decine di detergenti in contenitori in plastica per pulire casa provate queste soluzioni naturali e otterrete ottimi risultati, che ripagheranno la vostra fatica.

Optate per panni di cotone riutilizzabili

Cercate sempre di utilizzare panni riutilizzabili, idealmente di cotone, per le pulizie di casa, anziché panni usa e getta o in microfibra. Potrete ricavarli anche riciclando vecchie t-shirt di cotone che ormai non utilizzate più.

Comprate la ricarica anziché nuove bottiglie

Se possibile acquistate sempre i refill, o come diciamo noi italiani la ricarica, anziché confezioni nuove per i vostri detergenti di casa. Molti supermercati hanno a disposizione queste soluzioni sia per i detergenti di casa ma anche per shampoo, saponi e prodotti per l’igiene personale.

Originariamente pubblicato