Dona una nuova vita ai vecchi mobili

3 idee essenziali per recuperare vecchi mobili e arredare casa

Aggiornato

mobili in legno con cassetti

Gallina vecchia fa buon brodo. Mobile vecchio? Mmm. In tempi di spazi stretti e piccoli alloggi i maestosi mobili del passato spesso faticano a trovare spazio. E anche se hai una villa a tre piani (che fortuna!) magari il tavolino intarsiato della bisnonna non corrisponde esattamente alla tua idea estetica di arredo di interni. Che fare? Buttarlo via è un peccato. Puoi metterlo in soffitta o in cantina, ma perchè lasciarlo lì a prendere polvere? Le idee per recuperare vecchi mobili, infatti, non mancano mai. Se non le hai tu, le abbiamo noi.

Se il mobile proprio non lo vuoi più, puoi sempre venderlo: ma spesso è difficile. Regalarlo è sicuramente più facile: ci sono numerosi gruppi online e sui social media adatti allo scopo. Prima di darlo via, ovviamente, dovrai occuparti di pulirlo accuratamente. Alcuni mobili, tuttavia, sono così brutti che dovresti pagare qualcuno per prenderli. Secondo noi, trasformare i mobili vecchi in qualcos’altro è una valida alternativa per non buttarli via e allenare la creatività. Inoltre potrai risparmiare soldi limitando l’acquisto di nuovi arredi. Scopri le nostre 3 idee per recuperare vecchi mobili divertendoti.

Trasformare i vecchi mobili è un’attività piacevole da effettuare in compagnia. Invita i tuoi amici e parenti ad aiutarti passando una giornata tutti insieme e ringraziali per l’aiuto offrendo loro una cena. Tanto avrai risparmiato un sacco di soldi!

1) Trasformare i vecchi mobili in qualcos’altro

Ma chi l’ha detto che un mobile vecchio deve rimanere per forza un mobile? I mobili vecchi rimodernati possono diventare anche un altro tipo di oggetto: qualche esempio?

  • Usa le ante dei vecchi mobili come vassoi alimentari vintage. Potrai usarli per servire la colazione a letto al tuo compagno/compagna e fare un figurone!
  • Se non approvi l’idea della colazione a letto, puoi riciclare le vecchie ante in altri modi: ad esempio trasformandole in placche appendiabiti da parete. O persino in targhe decorative. Se l’anta è una porta da armadio, può diventare la base per uno scaffale da muro.
  • Una vecchia cassettiera può diventare una nuova fioriera: basta un po’ di pollice verde.
  • Se non hai il pollice verde puoi trasformare una vecchia cassettiera in: una strana poltrona, rimuovendo la parte superiore e usando il cassetto inferiore come seduta; una cuccia per il cane, rimuovendo due o tre cassetti inferiori.
  • Una vecchia scala in disuso? Può diventare un bel porta asciugamani per il bagno

2) Dipingere i vecchi mobili in legno

Se invece vuoi che il tuo mobile sia ancora… un mobile, basta ridipingerlo! Dipingere vecchi mobili in legno è facile e richiede solo qualche piccola accortezza. Dovrai prima procurarti un rullo apposito per il legno e una vernice idonea per la pittura su legno, in modo che il colore aderisca. Ti consigliamo di dare due mani di pittura, a circa un giorno di distanza, e di concludere il tutto con della vernice fissativa trasparente. Una raccomandazione: se pensi che un giorno vorrai riportare il mobile allo stato originario, non utilizzare il fissante ed evita il rullo: preferisci un delicato pennello che segua le venature del legno. Una volta dipinto il mobile, sostituisci le vecchie maniglie e pomelli, che altrimenti stonerebbero con il look moderno.

3) Praticare il decoupage su mobili vecchi

Tra le idee per recuperare vecchi mobili, una immancabile è il decoupage. Molti dei mobili vecchi rimodernati che vedi in giro sono realizzati con questo metodo, anche se non te ne accorgi. Si tratta di una tecnica decorativa molto originale che sarà tanto divertente da vedere quanto da mettere in pratica. Il decoupage consiste nel ritagliare delle stampe decorative di tua scelta (ad esempio floreali, gemoetriche, fumettistiche) e di incollarle sulla superficie del mobile. Il bello è che puoi usare qualsiasi tipo di stampa: ritagli di un giornale, di vecchi fumetti o manifesti, foto vintage. Per incollare le stampe dovrai usare una colla vinilica facendo attenzione ad eliminare tutte le bolle d’aria ed eventualmente passando una seconda mano di colla dopo la prima fase. Se il mobile di legno ha intarsi e venature, dovrai inoltre scartavetrarlo per appiattire la superficie.

Originariamente pubblicato