Nulla si crea e nulla si distrugge. Un’affermazione che risale al ‘700 ma che oggi è più attuale che mai. L’epoca degli acquisti compulsivi e dell’accumulo sfrenato sta tramontando, l’usa e getta non è più di moda. Ad andare forte ora è l’upcycling, ovvero il riciclo - talvolta creativo - di oggetti destinati alla spazzatura.

Perché, ad esempio, comprare nuovi vasi per le tue piante se li hai già in casa? “Dal letame nascono i fiori” cantava De André, ma a quanto pare anche dalla spazzatura! Prova a sistemare le tue piantine usando oggetti di scarto destinati all’immondizia come vecchi contenitori, lampade e persino abiti; risparmierai soldi e alleggerirai la pattumiera. Le idee ce le metto io qui di seguito, a te basta un minimo di manualità e voglia di divertirti creando i tuoi vasi fai da te. Ecco come:

1. Ricicla i vecchi utensili della cucina

Hai ereditato i vecchi utensili della cucina di tua nonna ma il vintage non fa per te? La vecchia moka è ormai annerita e arrugginita? Difficile buttare via oggetti legati a un ricordo o una persona cara. Fai rifiorire il passato trasformato la moka in un vaso per uno o più fiorellini. La grattugia inutilizzata, inoltre, può ospitare tanti piccoli fiorellini di campo nei suoi buchi, così come uno scolapasta; basta inserire delle spugne umide all’interno. Ma anche più banalmente, una vecchia scodella o recipiente possono essere perfetti vasi fai da te.

2. Illumina di verde le vecchie lampadine

Hai ancora delle vecchie lampadine alogene o a incandescenza nel cassetto? Sono state oramai rimpiazzate a causa degli alti consumi. Ecco che proprio mentre stai per buttarle… l’illuminazione: possono diventare originali vasetti da appendere! Dovrai semplicemente svitare la base, svuotare l’interno, riempirlo d’acqua e sistemarvi dei fiori. Poi avvolgi l’attaccatura della lampadina con del tessuto o del nastro adesivo e bucalo con un filo, che userai poi per appendere queste originali lampadine. Questa si che è luce naturale!

3. Rendi la plastica fantastica facendola fiorire

Sia chiaro, questo non è un invito a comprare più plastica, anzi tutto il contrario. Ridurre l’uso di plastica è nella lista dei miei buoni propositi per gli anni a venire, così come cercare di riciclarla il più possibile. Per ridurre i rifiuti di plastica che hai già in casa puoi creare vasi fai da te riciclando le bottiglie d’acqua, i vasetti dello yogurt e persino i flaconi del bagno schiuma. Il segreto sta nel decorarli in maniera originale, verniciandoli, disegnando figure con il pennarello o persino avvolgendoci striscie colorate. Un modo simpatico di risvegliare l’artista nascosto dentro di te.

4. Dai un calcio allo spreco riutilizzando vecchi stivali

Questa è l’idea più shabby chic che mi sia venuta; non per tutti forse, ma di grande impatto: se hai dei vecchi stivali da giardino, meglio se di gomma, puoi convertirli in vasi per piante riciclati! Dopo averli lavati, dovresti praticare dei buchi nella suola per drenare l’acqua; occorre poi riempirli con il terriccio adatto al tipo di pianta che vuoi farvi crescere. Se il tuo vicino pensa di avere il pollice più verde del tuo… tu gli farai le scarpe!

5. Vesti le tue piante con i vecchi abiti

Un’altra categoria di oggetti inutilizzati che abbondano nelle nostre case è il vestiario. Che siano vecchi jeans, maglie infeltrite o calzini dai colori improbabili, possono tutti vivere una seconda vita diventando un ottimo copri vaso per i tuoi fiori e le tue piante. Cosa c’è di meglio di un vecchio calzino colorato abbinato alla tua pianta fiorita?
Se il vaso non ce l’hai, lo puoi sempre creare usando un vecchio barattolo di latta. Certi abiti e certi motivi passano di moda ma la fantasia e il risparmio sono sempre attuali!


Se ti vengono altre idee, non esitare a metterle in pratica e a condividerle con i tuoi amici. Potrai poi pubblicare su Instagram le foto della tua casa eco chic. Tempesta di like assicurata!